Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Polemica fra la magistratura minorile di Bari e i legali della famiglia di Nicolina Pacini, la 15enne uccisa con un colpo di pistola in faccia sparato dall’ex compagno della madre il 20 settembre a Ischitella. Il botta e risposta, riportato dall’Ansa,  riguarda le responsabilità legate all’affido e alla tutela della ragazzina dopo che il legale dei genitori ritiene che sia ormai provata “la responsabilità dei servizi sociali e dei Tribunali”.
“I bambini – spiega il presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari, Riccardo Greco – erano stati affidati ai servizi sociali di Ischitella e collocati presso i nonni con la madre. L’unica ad aver violato il provvedimento del Tribunale per i Minorenni di Firenze è proprio la mamma, che li ha lasciati ed è andata via”. Per il difensore della famiglia di Nicolina, l’avvocato Gelsomina Cimino, invece, il provvedimento datato 1 ottobre 2013 del Tribunale per i Minori di Firenze “consacra la responsabilità dei servizi sociali e dei Tribunali. Nicolina doveva essere protetta”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui