Cabtutela.it

“I cittadini baresi si apprestano a celebrare il due novembre, giorno della commemorazione dei defunti, a far visita ai propri cari, in uno scenario desolante di cimiteri lasciati al degrado e all’incuria”. E’ quanto afferma Filippo Melchiorre, capogruppo al Comune di Bari di Fratelli d’Italia – An, dopo avere fatto un sopralluogo in alcune necropoli di periferia della città, per verificare lo stato dei luoghi alla vigilia della giornata commemorativa.

 

“I casi più eclatanti – spiega il consigliere comunale –  sono i cimiteri delle ex frazioni di Palese e Loseto. Nel primo caso, in particolare, desta scandalo la nuova struttura destinata originariamente a ospitare un obitorio costato alle tasche di contribuenti milioni di euro, ma mai entrata in funzione e tuttora in stato di abbandonato. Nel desolante tour fra gli interni dell’edificio, una decina di ambienti che avrebbero dovuto ospitare celle frigorifere, sale d’attesa, archivi e sala medici, ci sono evidenti segni di atti vandalici, muri e intonato crollati, fili elettrici scoperti, infissi divelti, per non parlare degli esterni tappezzati da erba incolta e rifiuti. Così come il cosiddetto nuovo cimitero di Loseto, che di nuovo – conclude Melchiorre- non ha più nulla, visto che non è mai entrato in funzione e negli anni è diventato terra di nessuno”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui