Cabtutela.it

Negli ultimi anni, negli Usa, si sente continuamente parlare di star del cinema e della musica che ricorrono al “rehab” per uscire da un esaurimento nervoso, da un periodo di disordine alimentare o per distaccarsi da alcool e droga. Il rehab non è sempre identificabile come un percorso in un vero e proprio ospedale psichiatrico bensì in una struttura specializzata dove ritrovare se stessi ed il proprio equilibrio interiore.

Questi luoghi possono spesso coincidere con le cosiddette Destination SPA, isolati, decisamente costosi, meno “traumatici” di semplici cliniche psichiatriche ma altrettanto efficaci per guarire determinate patologie e problematiche.

Ma in Italia esistono queste strutture?

La prima e storica Destination SPA in Italia è Il Palace di Merano. Al suo interno, infatti, vi è il Centro di cura fondato del famoso psicologo Henri Chenot il quale, per anni, ha studiato e lottato per il motto: “L’uomo vive fino a 150 anni, è scritto nel suo codice genetico”.

Chenot adotta tecniche di psicologia bioenergetica e naturopatia per curare sovrappeso, anoressia/bulimia, stress, invecchiamento, all’interno dell’Hotel attraverso percorsi che comprendono una dieta personalizzata, trattamenti ad hoc, il fitness, la meditazione.

La combinazione di tutti questi elementi aggiungendo un contesto elegantissimo e lussuoso, fanno del Palace un luogo unico e, per questo, frequentato da clienti prestigiosissimi. E’ molto conosciuto all’estero per la qualità dei suoi servizi e ideale per chi vuole evadere della realtà per la sua ubicazione ad alta quota.

Perché queste strutture si chiamano Destination SPA?

Sono luoghi scelti e frequentati per un determinato obiettivo che non è la semplice “vacanza” e perché non prescindono mai dalla cura idroenergetica. Non dimentichiamo, infatti, che un centro benessere per essere identificato come SPA deve possedere l’acqua come elemento imprescindibile. L’etimologia della parola suggerisce già il suo significato, ovvero Salus Per Aquam, beneficio per mezzo dell’acqua. Per questo motivo le SPA nascono spesso nei pressi di sorgenti idrotermali.

La regione col maggior numero di resort e hotels dotati di SPA con acque termali è la Toscana.

Ed è in questa splendida ragione che sorge un’altra struttura nota ed eccellente: l’Adler Thermae.

Oltre al servizio di accomodation, escursionismo, degustazione di vini locali, di rilassamento e disintossicazione di piacere, l’Hotel offre un servizio medico costituito da un team specializzato che prevede la cura di malattie di ogni tipo attraverso percorsi di dieta specifica, attività fisica mirata, esercizi di respirazione, meditazione e prevenzione.

 

 

Le acque termali di Bagno Vignoni sgorgano nelle piscine dell’Adler, famosissime perché a 36°, e apportano benefici ai muscoli, alla pelle e alle vie respiratorie.  All’interno vi è la presenza di solfati e carbonati che aiuta rigenerare il corpo e mantenersi sani e longevi. Per i numerosi trattamenti di Medical Spa l’Adler è tra i centri benessere riconosciuti a livello internazionale.

 

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui