Cabtutela.it
acipocket.it

Il deposito selvaggio dei rifiuti ingombranti è un tema molto sentito e dibattuto, anche sui social, nel quartiere San Girolamo a Bari. “Inciviltà dei cittadini” e “Colpa dell’Amiu” sono i due partiti che solitamente si fronteggiano nelle discussioni, per strada e su Facebook. Stamattina ennesimo capitolo del conferimento creativo in due aree di raccolta di via Leoncavallo. A pochi metri dall’incrocio con strada Tomasicchio, è apparso, coricato sull’asfalto, un armadio metallizzato. Più avanti, prima di tagliare via Silvestro Tasso e diventare via Biagio Grimaldi, il mercatino dell’usato propone stendibiancheria, un seggiolino e un materasso. “Se qualcuno vuole, può approfittarne” scrive un utente della pagina Facebook “La voce di Marconi-San Girolamo-Fesca”.

Come ricordato sul sito dell’Amiu, l’eliminazione dei rifiuti ingombranti (materassi, sedie poltrone, scaffali e tutto ciò che è voluminoso) può essere ottenuta con una semplice telefonata al numero verde di questa Società 800 011 558 (negli orari indicati nella sezione  “Comunica con Amiu”) e prenotare il ritiro del rifiuto che va depositato la sera, dopo la chiusura dei negozi, accanto al cassonetto più vicino al proprio domicilio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui