lapugliativaccina.regione.puglia.it

“Ho perso le chiavi”. Una scusa buona in molte occasioni, tranne durante un controllo dei Carabinieri che a Barletta hanno scoperto un box auto adibito al deposito e alla lavorazione di marijuana. E’ successo in via De Stefano, dove a conclusione di un’attività investigativa sono intervenuti i militari della Compagnia di Barletta. Dopo aver rintracciato il proprietario del locale, L.R., 43enne pregiudicato, i carabinieri hanno aperto la serranda con ausilio dei vigili del fuoco poiché l’uomo, nel vano tentativo di eludere il controllo, sostenetva di aver smarrito le chiavi d’accesso.

La conseguente perquisizione all’interno del locale, con il supporto dell’unità cinofila antidroga del Nucleo Carabinieri di Modugno (BA), ha permesso di rinvenire due chili e mezzo di marijuana confezionata in 23 sacchetti trasparenti, occultata dietro alcuni suppellettili, pronta per essere immessa sul mercato. Ritrovato e sequestrato materiale per il confezionamento, due bilancini digitali, coltelli, forbici, e numerose buste. L. R. è stato così arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della competente autorità giudiziaria, associato alla Casa Circondariale di Trani. La droga sequestrata, immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare quasi ventimila euro.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui