La vittoria di ieri per 2-1 a Novara ha interrotto un digiuno esterno del Bari che durava da nove e mesi e 14 partite. E regalato ai pugliesi il primato ex aequo col Parma, in attesa del posticipo del Palermo, e una certezza: quella di poter lottare per la promozione in A. “Abbiamo fatto una partita complicata su un campo difficile – ha commentato l’allenatore del Bari, Fabio Grosso, dopo il match di Novara – ma siamo stati bravi a rimanere in gioco e sfruttare le azioni che abbiamo creato, dopo un primo tempo sottotono. Mi è piaciuto l’atteggiamento della ripresa, siamo stati in grado di fare una prestazione diversa. Volevamo portare a casa punti, ci teniamo stretta questa vittoria arrivata, forse, al termine della gara più sofferta. Ho sempre detto che questo gruppo ha molta qualità, lo dimostra la determinazione di chiunque scenda in campo”. Fra i migliori del Bari c’è stato l’olandese Anderson, “un ragazzo che si è messo subito a disposizione con grande voglia di crescere”.

Domenica prossima alle 12.30 il Bari affronterà al San Nicola il Foggia, in un derby destinato a vedere sugli spalti una sola tifoseria, quella barese: “Sarebbe bello giocarlo in una fantastica cornice di pubblico, come il San Nicola sa offrire. Mi auguro che possano esserci anche i tifosi foggiani” ha commentato Grosso.

“Questa è una vittoria importantissima – ha aggiunto il centrocampista Jacopo Petriccione, a segno allo stadio Piola – che attendevamo da tempo e che meritavamo, ci dà fiducia e morale. Finalmente è arrivata. Possiamo sempre migliorare, non mi è piaciuto come ho giocato nel primo tempo. Tutta la squadra ha margini di miglioramento molto importanti. Domenica, contro il Foggia, speriamo ci sia tanta gente allo stadio, questa vittoria ci ha dato slancio. L’abbraccio finale coi tifosi è stato molto bello, ringrazio tutti quelli che ci hanno seguito fino a Novara. La classifica si vedrà verso febbraio, marzo, è troppo corta in questo momento”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here