La rubrica giornalistica più amata dalle italiane, impreziosita dalla penna sopraffina di Natalia Aspesi. Pulsioni amorose, relazioni complicate e contrastate, aneliti sentimentali di generazioni di donne e uomini raccontate prima su carta e ora sul palcoscenico dal talento fuori dal comune di Lella Costa, protagonista di “Questioni di cuore”, in scena sabato 16 dicembre alle 21 al Teatro Palazzo di Bari.

Il nuovo appuntamento della stagione diretta da Titta de Tommasi è un intimo e divertente recital, tratto da “Amore mio ti odio”, il libro della giornalista Natalia Aspesi che raccoglie le centinaia di missive pubblicate nella rubrica “Le lettere del cuore” del Venerdì di Repubblica, una vera e propria autobiografia amorosa della nazione. Lo spettacolo, ideato da Aldo Balzanelli, è un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani degli ultimi trent’anni, i tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi.

Sono migliaia le storie “confessate” alla giornalista, storie d’amore e di passione, che cavalcano e, in molti casi,  precorrono l’evoluzione del costume, con alcuni elementi stabili anche con il passare dei decenni. Dalla ragazzina infatuata per un uomo tanto più grande di lei, alla donna che ama essere picchiata, dalla signora che s’innamora di un sacerdote, alla moglie tradita e abbandonata, dal giovane che si scopre gay, al maschio orgoglioso della sua mascolinità. I protagonisti di questi racconti, come tanti altri, hanno affidato timori e speranze, raccontato gioie e sensi di colpa, chiesto pareri e consigli alla rubrica del Venerdì e alla sua ineffabile “proprietaria”. E le risposte della Aspesi argute, comprensive, feroci, spesso si sono dimostrate  più gustose delle domande.

A dare voce sul palco a questa corrispondenza di domande intime e risposte brillanti è l’attrice e scrittrice Lella Costa, artista arguta e sensibile, uno dei volti più rappresentativi e amati della scena teatrale italiana, protagonista di un gioco di contrappunti tra botta e risposta che attraversa tutte le sfumature possibili, ogni grado d’intensità e di intimità.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.



SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE NOSTRE OFFERTE SU MISURA PER TE
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here