A Bari ci sono dei bambini che non sanno cosa sia il Natale. Per loro sotto l’albero non c’è mai stato un dono. A raccontare l’altra faccia delle feste in città è Silvia Russo Frattasi, presidente dell’associazione Seconda Mamma che da poco meno di un anno sostiene le famiglie in difficoltà.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Nata il 14 gennaio del 2016, Seconda Mamma aiuta le mamme e i papà che hanno figli e non possono permettersi di comprare vestiti, latte, il necessario per il sostentamento dei piccoli. “L’associazione – racconta Silvia Russo Frattasi – è composta da 120 volontari. Trenta di loro hanno in carico altrettante famiglie che vengono seguite stabilmente”.

Diversi i progetti avviati nel carcere minorile, nell’istituto Annibale di Francia. Ikea ha scelto quest’anno l’associazione per raccogliere i giochi che vengono donati ai clienti e che saranno poi consegnati il 20 dicembre nel corso di una manifestazione nella parrocchia di Catino, di don Luciano Cassano.

“Il 20 dicembre – racconta Russo Frattasi – ci saranno due appuntamenti, uno con Babbo Natale all’istituto Annibale di Francia e poi a Catino. Qui regaleremo dei doni ad 80 bimbi. Sarà un momento molto bello perché ci sono bimbi che non hanno mai ricevuto un dono natalizio”.

Ma Seconda Mamma è anche condivisione. Ci sono famiglie che restituiscono i vestitini che sono stati donati per poi appunto regalarli ad altre mamme in difficoltà. “Un’associazione ci ha donato una enciclopedia che abbiamo sistemato in deposito – conclude il presidente di Seconda Mamma – questa enciclopedia è stata poi presa da una volontaria che poi ha comprato del latte per una mamma di un bimbo prematuro. Questo è il senso della nostra associazione: un continuo intrecciarsi di aiuti e solidarietà”.

Per  informazioni info@secondamamma.org o sulla pagina Facebook dell’associazione.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here