lapugliativaccina.regione.puglia.it

Quasi l’85% (83,99) delle ricette in Italia è ormai di tipo elettronico, la Puglia è un po’ sotto la media ed è piazzate tra le ultime regioni ma raggiunge il 77,31%. Pur se con qualche ritrosia iniziale, la ricetta elettronica on line sta dunque prendendo piede in tutta la Penisola.

Da gennaio 2017 a novembre 2017, l’incremento è stato del 4,5% (a gennaio 2017 il totale delle ricette elettroniche era del 79,45%), e per una volta il Sud dà una “lezione” al Nord, visto che è la Campania la regione più virtuosa, mentre la provincia autonoma di Bolzano l’ultima. Lo rileva Federfarma pubblicando sul suo sito i dati di Promofarma. Anche se la media è dell’85% circa, ci sono differenze tra una regione e l’altra. Dopo la Campania (93,83%), ci sono il Molise (91,11%), la Provincia autonoma di Trento (90,99) e la Sicilia (90,50%). Seguono Veneto (90,22%), Valle d’Aosta (89,74%), Piemonte (89,45%), Basilicata (88,56%), Liguria (86,44%), Lazio (85,50), Calabria (84,85%), Umbria (84,18%), Emilia Romagna (82,54), Lombardia (81,76%), Marche (80,60%), Puglia(77,31%), Sardegna (75,26%), Abruzzo (75,06%), Friuli V. G. (73,99%), Toscana (69,81%).

In coda la Provincia autonoma di Bolzano (64,62%). L’obiettivo finale della ricetta dematerializzata è di rendere sincrone tutte le attività di prescrizione da parte del medico e di erogazione da parte della farmacia e, progressivamente, di eliminare la carta.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui