Sconfitta maturata negli ultimi 39” di gioco per la Waterpolo Bari a Pescara, contro i padroni di casa guidati da Mammarella, nell’ultimo turno di andata della serie A2 (girone Sud) di pallanuoto. A decidere un incontro combattuto, vibrante, che ha visto una grande prestazione delle calottine biancorosse, nonostante le assenze, è stata una rete di D’Aloisio, che ha concretizzato un’azione con uomo in più della sua squadra. Sconfitta immeritata per il sette guidato da Antonello Risola, capace a inizio quarto tempo di ribaltare la situazione e portarsi anche in vantaggio, grazie a una splendida rete di Enrico Provenzale, autore di una tripletta quest’oggi come capitan Di Pasquale. Sfortunate le calottine biancorosse che non sono riuscite a concretizzare l’ultimo assalto per raggiungere il pareggio.

Una gara condizionata all’inizio da una partenza contratta dei Reds, che solo grazie a un rigore trasformato da Provenzale a un minuto e mezzo dal termine della prima frazione ha potuto chiudere a meno due il primo tempo. Dal secondo tempo in poi, però, i muscoli della Waterpolo si sono sciolti e hanno iniziato a spingere con decisione sull’acceleratore. In vasca si è visto tanto nuoto e rapidi capovolgimenti di fronte, con botta e risposta nel risultato. La partita si è così accesa, si è alzata di intensità ed è emersa la voglia dei ragazzi di Risola di conquistare punti preziosi, nonostante le assenze pesanti, come quella di Palmisano e Concina, e un tredici corto, che ha visto entrare in vasca anche il sempre verde Danilo De Astis e Sassanelli ancora non in perfette condizioni. In quattro hanno dovuto giocare l’intera partita, senza mai uscire.

Eppure proprio con Sassanelli e Santamato, la Waterpolo è stata capace di pareggiare i conti a inizio secondo tempo, prima della reazione dei padroni di casa, bravi a sfruttare l’uomo in più per due volte e riportarsi sul più due. In vistosa crescita di condizione la Waterpolo ha imposto il parziale di 3 a 1 nella terza frazione e, con la rete di Di Pasquale in posizione di centroboa, è riuscita a chiudere in parità il parziale. Il quarto tempo ha visto poi l’epilogo già descritto, con la Waterpolo in grado di passare avanti con Provenzale e tenere testa agli avversari fino all’ultimo assalto vincente di D’Aloisio, bravo a battere Tramacera.

“Non ho niente da rimproverare ai ragazzi – spiega a fine gara Risola – che, anzi, sono stati straordinari. Nonostante le assenze e le difficoltà di questo periodo sono stati bravi a sfoderare una grande prestazione. Sono stati splendidi e hanno espresso un grande gioco per tutti e quattro i tempi. Stiamo lavorando bene ma, purtroppo, non ci sta girando tutto per il meglio. Ma è questa la strada giusta. Dobbiamo essere consapevoli che giocando così ordinati e concentrati possiamo

ottenere grandi risultati. Il campionato è ancora lungo, mancano undici partite da qui alla fine, dobbiamo solo proseguire su questa strada, come da qualche settimana a questa parte, facendo emergere la nostra forza. I ragazzi devono stare tranquilli e uniti per ottenere il nostro obiettivo. Certo, una sconfitta del genere può buttarci giù di morale – conclude – ma esprimendo questo gioco fino alla fine avremo buone speranze di salvarci”.

Dopo la pausa del prossimo fine settimana, nel quale lo Stadio del Nuoto di Bari ospiterà le grandi di A1 (Pro Recco, Canottieri Napoli, An Brescia e Sport Management Verona) per la Final Four di Coppa Italia, la serie A2 riprenderà con la prima partita del girone di ritorno. La Waterpolo Bari sarà impegnata sabato 10 marzo in trasferta a Salerno contro Arechi.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here