E’ l’ora del Sud. La “questione meridionale”, la crescita del Mezzogiorno dev’essere al centro della discussione politica, se si vuole far crescere per davvero il Paese. Lo ha sostenuto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, parlando oggi a Bari con i giornalisti in occasione del consiglio generale della Cisl Puglia. “Nella campagna elettorale si è parlato pochissimo e male del lavoro – le parole di Furlan – per niente del Sud. E’ tempo che le parti sociali e le istituzioni inizino davvero a fare un’alleanza forte per la crescita. La questione del Sud, dell’occupazione, della crescita, dello sviluppo deve essere al centro del nostro Paese perché – ha aggiunto la segretaria della Cisl – la crisi ci ha insegnato che l’Italia o cresce tutta o non ce la fa. Dobbiamo quindi puntare sugli investimenti per far crescere il territorio e per dare sbocchi occupazionali ai tanti giovani che il lavoro nel Sud non lo trovano e sono costretti ad emigrare”.

“Metodo e merito, da questo vogliamo ripartire proponendo alla Regione – ha sostenuto la segretaria generale della Cisl Puglia, Daniela Fumarola – agli altri sindacati ed alle controparti datoriali un patto per lo sviluppo, il lavoro e l’occupazione in Puglia”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here