Cabtutela.it
acipocket.it

Ieri pomeriggio, a Bari, la Polizia di Stato ha tratto in arresto  Gianluca Di Tanno, pregiudicato barese di 31 anni, già sottoposto alla misura del daspo, ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.
I poliziotti hanno notato il 31enne  che si aggirava con fare sospetto lungo via Mantova ed hanno deciso di sottoporlo a controllo. Di Tanno ha cominciato a scappare  e ha tentato di sbarazzarsi di 11 “stecchette” di hashish, lanciandole sotto alcune auto in sosta, prontamente recuperate dai poliziotti.
Fermato lungo via Sicilia, l’uomo ha attirato l’attenzione di alcune persone presenti all’interno di un circolo ricreativo, il “Bulldog Bari”, gruppo ultras che sostiene la locale squadra di calcio, che hanno tentato, vanamente, di ostacolare l’attività dei poliziotti, frapponendosi tra loro e l’arrestato, con il pretesto di voler riportare alla calma il 31enne.  Durante le fasi concitate dell’intervento l’uomo ha rivolto minacce di morte nei confronti degli agenti.
Contestualmente, poco prima dell’arrivo di una seconda volante inviata in ausilio, le persone intervenute a “sostegno” dell’arrestato  hanno frettolosamente chiuso il circolo e si sono dileguate.
Nonostante un secondo tentativo di fuga, la persona è stata fermata e tratta in arresto; sottoposta a perquisizione, è stata trovata in possesso della somma di 15 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Sequestrato anche un telefono cellulare, in possesso dell’arrestato.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui