lapugliativaccina.regione.puglia.it

La commissione Bilancio del Consiglio regionale della Puglia ha dato via libera, a maggioranza, alla variazione di bilancio che assegna per l’anno in corso un contributo straordinario di 4 milioni di euro per la gestione corrente Consorzi di bonifica commissariati.

Sul disegno di legge hanno votato contro i consiglieri del Movimento 5 Stelle, mentre i consiglieri di Forza Italia e Direzione Italia si sono astenuti. Il ddl apporta al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2018, approvato il 29 dicembre scorso, una variazione in termini di competenza e cassa prevedendo un contributo straordinario per le spese di funzionamento dei Consorzi commissariati. “La copertura finanziaria è possibile grazie a minori necessità di finanziamento del trasporto pubblico locale regionale, in forza – è detto nella relazione dell’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese – di maggiori entrate a valere sul Fondo nazionale trasporti ed introitate al bilancio regionale con precedente legge di variazione”.

La variazione era stata annunciata il 9 aprile scorso dall’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo Di Gioia, al termine dell’audizione del commissario straordinario del Consorzio Centro Sud Puglia, Alfredo Borzillo. In entrambe le commissioni è stato ribadito che lo stanziamento consueto di 7,5 milioni era stato integralmente indirizzato verso l’abbattimento della debitoria e che alla luce della dichiarazione del commissario, anche sul fabbisogno per le transazioni in corso che non superano i 4 milioni di euro, la Regione poteva procedere alla variazione per finanziare le spese di gestione.

“L’ennesimo stanziamento di quattro milioni di euro per la gestione corrente dei consorzi di bonifica commissariati dimostra che, a distanza di un anno dall’approvazione della legge di riforma, nulla è cambiato. Resta l’assenza di una strategia di gestione industriale dei consorzi , la cui inefficienza ricade, ancora una volta, sulle tasche di tutti i pugliesi”.

Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza italia, dopo l’audizione in commissione Bilancio dell’assessore all’agricoltura, Leo Di Gioia. “Con la legge di riforma dei Consorzi la Regione aveva ammesso di non essere più in grado di finanziare il sistema così com’era, una voragine in cui sono stati inghiottiti per anni contributi pubblici – e aveva riconosciuto ai consorzi la loro natura industriale e il loro diritto- dovere all’autogoverno. Non solo. A sostegno della piena attuazione della riforma aveva anche istituto un fondo per avviare una operazione di falcidia della massa debitoria liberando, di fatto, i consorzi da quella zavorra. Un modo per tracciare una linea tra prima e dopo, per poter ripartire da zero senza continuare a bussare alle casse regionali per sostenere le attività ordinarie. Invece è ancora per l’ordinario, cioè per l’avvio della stagione irrigua, che impegniamo oggi altri quattro milioni di euro. E probabilmente ne impegneremo ancora altri dieci in fase di assestamento di bilancio, secondo quanto dichiarato dallo stesso assessore Di Gioia”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui