Con l’innalzamento delle temperature, si intensificano le azioni di lotta a zanzare e topi. Per la prima volta, grazie al lavoro svolto negli scorso mesi dal tavolo voluto dall’assessorato comunale all’Ambiente, le diverse attività svolte da Amiu Puglia e Aqp vengono coordinate secondo un piano condiviso per garantire una maggiore efficacia degli interventi.

Amiu Puglia si occuperà del trattamento antilarvale e adulticida delle zanzare, in particolare della zanzara tigre, nonché degli altri insetti infestanti volanti e striscianti come le blatte, con contestuale attività di monitoraggio delle zone trattate, del trattamento di derattizzazione e del trattamento di disinfezione di porticati, scuole, zone infestate, locali pubblici secondo le indicazioni fornite dall’amministrazione comunale.

Gli interventi di disinfestazione verranno eseguiti con automezzi dotati di attrezzature per la nebulizzazione e lo spargimento dei prodotti, anche a largo raggio per gli interventi in campo aperto, e secondo un calendario di trattamento per ciascuna zona della città. Il servizio si avvale di 6 automezzi pick-up dotati di cannone diffusore e lance irroratrici, e di 12 operatori specializzati all’uso dei prodotti divisi in 6 squadre operative indipendenti.

È invece a carico di Aqp l’esecuzione di due cicli di disinfestazione e derattizzazione su tutti i tratti di rete di fogna nera e mista, come pure gli eventuali interventi aggiuntivi anche su richiesta dei cittadini, che possono contattare il numero verde AQP 800.735.735 o scrivere all’indirizzo pec: ut.ba@pec.aqp.it.

“Per assicurare adeguati livelli di igiene sul nostro territorio, è necessario che tutti facciano la loro parte – commenta l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli – per questo motivo abbiamo promosso un tavolo di lavoro con tutti i soggetti pubblici interessati al fine di garantire interventi più efficaci, frutto di una regia comune. In base all’accordo di collaborazione già definito, che sarà formalizzato a breve, tutti i soggetti coinvolti procedono agli interventi di loro competenza con la supervisione e il monitoraggio della Polizia locale. Affinché il programma degli interventi pubblici produca i risultati attesi, è necessario che anche i cittadini provvedano, negli spazi privati e condominali, ad eseguire interventi di deblattizzazione e di disinfestazione sulle condotte fognarie e nelle aree di proprietà”.

“Dal mese di novembre abbiamo aperto un tavolo con Aqp – prosegue il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella – che ha portato alla redazione di un protocollo che da un lato definisce le specifiche competenze delle due aziende, dall’altro introduce meccanismi di confronto e cooperazione finalizzati a rendere più efficaci gli effetti degli interventi di rispettiva competenza”.

BLATTE

È partito lo scorso 24 aprile, e terminerà il 28 novembre, il programma di deblattizzazione che, nella parte di competenza comunale – fogna bianca, bocche di lupo, caditoie e sede stradale – attraversa puntualmente tutta la città.

Il trattamento viene intensificato in aree individuate come critiche a causa dei livelli di infestazione registrati negli anni passati, che di seguito si riepilogano.

Quartiere Murat (tutto), quartiere San Nicola (tutto), quartiere Libertà (tutto), quartieri San Girolamo, Fesca, San Cataldo (tutti), quartiere San Paolo (“Vecchio San Paolo”), quartiere Madonnella (corso Sonnino e traverse, area antistante Pane e Pomodoro), quartiere Torre a Mare (tutto), quartiere Japigia (viale Japigia e traverse), quartieri Carrassi e San Pasquale (via Re David e traverse, corso Benedetto Croce e traverse, via Giulio Petroni e traverse), quartiere Poggiofranco (piazzetta dei Papi e area limitrofa al mercato), quartiere Carbonara (“Carbonara vecchia”), quartiere Palese (via Nazionale e traverse), quartiere Santo Spirito (lungomare e traverse).

ZANZARE

È attivo in tutta la città un sistema di monitoraggio con ovitrappole in grado di individuare le zone nelle quali si verificheranno maggiori criticità e attorno alle quali vengono intensificate le azioni di contenimento con lotta antilarvale (posizionamento di prodotti in pastiglie o liquidi) e adulticida (trattamento con insetticida con cannone atomizzatore solo nelle aree verdi che presentano livelli di infestazioni rilevanti).

Nella lotta a questi insetti la collaborazione della cittadinanza è fondamentale, in particolare al fine di evitare ristagni d’acqua che rappresentano l’habitat ideale per il proliferare delle zanzare.

Per questa ragione grande attenzione è riservata ai parchi pubblici (pineta San Francesco, parco 2 Giugno), al cimitero monumentale e alle aree umide (canaloni).

Per un monitoraggio più accurato sono in corso studi sull’efficacia degli interventi eseguiti in collaborazione con partner scientifici di livello internazionale.

RATTI

La lotta ai ratti viene eseguita con interventi a calendario e con attività che viene intensificata nel periodo primaverile e invernale. In particolare dopo la primavera le famiglie di ratti tendono a colonizzare nuovi habitat, il che determina un aumento degli avvistamenti da parte dei cittadini. Per contrastarne la diffusione vengono utilizzate esche aromatizzate che sono scelte sulla base delle abitudini alimentari e degli ambienti trattati (esche con granaglie di cereali nella zona del porto, esche aromatizzate nel centro urbano, blocchi paraffinati nella rete fognaria e nelle caditoie).

Gli interventi effettuati vengono segnalati alla cittadinanza con appositi cartelli che indicano data dell’intervento, sostanza utilizzata ed eventuale antidoto efficace per le specie non target.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here