Cabtutela.it
Aproli

“Oggi presentiamo un piccolo manuale molto importante per la tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti, vittime di violenze, abusi, maltrattamenti”. Lo ha sottolineato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in occasione della conferenza stampa di presentazione di “Ascoltare il trauma. Indicazioni operative sull’ascolto dei minorenni in ambito giudiziario”, il manuale che nasce dal protocollo operativo siglato nel 2013 e rinnovato nel 2017, dall’azienda ospedaliera Policlinico Giovanni XXIII e la Procura ordinaria e minorile di Bari.

Sono intervenuti, tra gli altri, la responsabile dell’unità di Psicologia dell’ospedale Giovanni XXIII di Bari e di Giada (Gruppo interdisciplinare assistenza donne e bambini abusati), Maria Grazia Foschino, e il procuratore della Repubblica per i minorenni di Bari, Ferruccio De Salvatore. Il protocollo permette a psicologi e polizia giudiziaria di lavorare insieme e raccogliere le informazioni dai minorenni coinvolti in esperienze di abuso e di maltrattamento, salvaguardando anche i loro diritti nel corso di procedimenti giudiziari. L’iniziativa al momento è stata condivisa dalle Asl di Taranto e Lecce, mentre la Asl Bat e la Asl Foggia provvederanno in tempi brevi a siglare i loro protocolli. In questo modo, è stato sottolineato, la Regione Puglia sarà la prima ad avere una prassi condivisa e ad assicurare omogeneità di trattamento a tutti i bambini.

Nel corso degli anni sono stati ascoltati 299 minori nell’ambito di diverse ipotesi di reato, prevalentemente di natura sessuale (49%). Nell’otto per cento dei casi il momento dell’ascolto ha rappresentato una prima porta di accesso per la presa in carico da parte di Giada. Tra le altre ipotesi di reato anche la violenza sessuale online (20%), la violenza multipla (12%) e il maltrattamento fisico (13%).


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui