Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Chiediamo al Ministro Di Maio di confrontarsi seriamente e senza pregiudizi con i cittadini tarantini e le loro Istituzioni, non solo con raggruppamenti di comodo, gli chiediamo il coraggio di visitare Taranto, troverà gente di buona volontà, desiderosa di futuro, questa è la vera trasparenza”. E’ l’istanza che arriva, in una lettera aperta sulla vicenda Ilva, dal primo cittadino di Taranto, Rinaldo Melucci, dai sindaci dell’area ‘di crisi’ (Comuni di Massafra, Statte e Montemesola), dal presidente della Provincia ionica, Martino Tamburrano, dal presidente di Confindustria Taranto, Vincenzo Cesareo, dalla Uil e dalla Uilm di Taranto.

Come riporta l’Ansa, nella lettera si avanzano alcune richieste tra cui il “rilancio e l’ambientalizzazione del polo siderurgico tarantino”, e la riattivazione “con urgenza” dei “lavori del tavolo del Contratto istituzionale di sviluppo”. I firmatari del documento ritengono “che ogni ulteriore slittamento delle misure e tecnologie in tema ambientale penalizzerà i tarantini e il grande indotto”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui