Cabtutela.it
acipocket.it

A Brindisi l’Acquedotto pugliese (Aqp) sta eseguendo lavori di pulizia e bonifica in due vasche interrate di un impianto di sollevamento della fogna nera, con l’ausilio di robot radiocomandati che raccolgono i residui che si depositano sul fondo delle cisterne. Il robot, detto ‘Lombrico’, è dotato di telecamera, fresa frontale per la disgregazione dei materiali solidi, e di ugello ad alta pressione. “Lombrico” è  completamente comandato da remoto, da un operatore specializzato. Il sistema consente, in condizioni di piena sicurezza, di aspirare ed allontanare dall’impianto di sollevamento il materiale detritico sedimentato da circa 40 anni, senza che gli operatori scendano nelle vasche. Queste cisterne, infatti, hanno aperture molto piccole e al loro interno c’è scarsa ventilazione naturale. Senza escludere la probabile presenza di agenti chimici prodotti dalla decomposizione anaerobica e dall’assenza di ossigeno nei fanghi residui.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui