Cabtutela.it

Prosegue la mobilitazione del mondo agricolo pugliese, indetta ad oltranza dallo scorso lunedì 10 dicembre da Confagricoltura, Cia e Alleanza delle cooperative di Puglia. Lunedì scorso i rappresentanti delle organizzazioni, con indosso “gilet arancioni”, hanno sostato a lungo in una sala della sede del Consiglio regionale della Puglia, per rappresentare la rabbia degli agricoltori fortemente danneggiati dalle gelate di inizio anno, dalla Xylella fastidiosa e da un Psr “in forte ritardo”.

Ieri pomeriggio, martedì, si è svolta la riunione convocata dall’assessore regionale Leonardo Di Gioia. Quest’ultimo si è impegnato a chiedere al ministro per le Politiche Agricole Gian Marco Centinaio una legge speciale per affrontare l’emergenza Xylella fastidiosa, al fine di operare in maniera più veloce e con poteri straordinari. “Sulla questione Xylella – sostengono gli agricoltori – non c’è più altro tempo da perdere, oltre a quello già accumulato in 5 anni, che ha portato l’espandersi del batterio a nord di Brindisi e alle porte, ormai, della provincia di Bari”. La riunione – informano le organizzazioni professionali – si è conclusa anche con l’impegno dell’assessore a far incontrare a breve le organizzazioni agricole e le centrali cooperative con la presidenza della Regione Puglia e con gli uffici competenti per procedere al recupero di ulteriori fondi, attraverso la rimodulazione del “patto per la Puglia”, oltre a risorse aggiuntive, finalizzati agli investimenti per le imprese agricole e le cooperative agricole.

In merito alla declaratoria ministeriale per ottenere il riconoscimento dello stato di calamità naturale per i territori danneggiati dalle gelate di febbraio e marzo scorso (la maggior parte del territorio pugliese), Di Gioia si è impegnato ad “incalzare” Centinaio al fine di ottenere l’approvazione di specifici emendamenti in Senato, in vista dell’avvio della discussione della Finanziaria. “La mobilitazione – viene reso noto – continua ad oltranza e si sposterà anche a livello governativo e parlamentare per ottenere le necessarie risposte che il comparto agricolo pugliese, ormai alla canna del gas, attende da mesi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui