Cabtutela.it
Aproli

Al via l’operazione salva olio italiano a Natale dopo che la produzione nazionale di extravergine è stata dimezzata dal maltempo con un crollo vicino al 50% scendendo a un livello di poco superiore ai 200 milioni di chili contro gli oltre 429 milioni dell’anno scorso.

L’iniziativa è della Coldiretti insieme all’Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano per s Regalare una bottiglia di extravergine italianofa bene alla salute di chi la riceve, al paesaggio, al lavoro e all’economia del territori che l’hanno prodotta. Il Natale quindi può diventare l’occasione per sostenere con un regalo 100% Made in Italy sotto l’albero uno dei tesori più pregiati della dieta mediterranea minacciato dal maltempo e dalle speculazioni straniere sui grandi marchi italiani. È il suggerimento di Coldiretti e Unaprol a fronte di una produzione dimezzata quest’anno che è scesa a un livello di poco superiore ai 200 milioni di chili contro gli oltre 429 milioni dell’anno scorso.

L’idea è quella di salvare l’uliveto italiano dopo la strage di 25 milioni di piante per colpa di trombe d’aria e gelo dalla Puglia alla Liguria, dalla Sicilia alla Calabria, dal Lazio alla Toscana. D’altra parte quasi un italiano su quattro (24%) sceglie di regalare per le festività di fine anno prodotti alimentari tipici da mettere sotto l’albero ed imbandire le tavole delle feste dove sempre più spesso si parla del cibo servito e della sua storia, secondo l’analisi Coldiretti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui