Prorogata l’ordinanza di chiusura parziale al traffico della rotatoria di via Re David, inizialmente disposta per l’esecuzione dei lavori di installazione di ulteriori caditoie per la raccolta delle acque bianche lungo la sede stradale.

Nel corso delle lavorazioni, infatti, Amgas ha effettuato alcune verifiche sulla rete di sua competenza, sempre in via Re David, riscontrando una perdita, prontamente riparata, dovuta alla obsolescenza degli impianti, nonché all’inadeguatezza della tubazione che pertanto sarà sostituita per una lunghezza di circa 80 metri, nel tratto che va dall’imbocco della rotatoria fino a via Bertolini.

Una volta completato l’intervento di Amgas, procederanno i lavori a cura del Comune finalizzati all’estensione del tronco di fognatura bianca dall’inizio di via Re David fino a via Toma, così da anticipare l’ultima parte delle lavorazioni che consentiranno di ridurre sensibilmente i ristagni d’acqua, che in occasione di precipitazioni particolarmente abbondanti vengono a formarsi proprio all’altezza di via Toma.

“L’ordinanza di chiusura parziale della rotatoria è stata prorogata prudenzialmente fino al 19 gennaio – ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso – anche se confidiamo di completare gli interventi prima di quella data compatibilmente con le avverse condizioni meteorologiche tipiche di questa stagione. La circostanza che vede Amgas procedere alla sostituzione di un tratto della rete di sua competenza, ci ha spinti ad anticipare l’esecuzione degli interventi di estensione delle rete di fognatura pluviale su via Re David in modo da risolvere definitivamente il problema dei ristagni lamentato dai residenti, commercianti e dagli studenti che frequentano il Politecnico. Accanto all’installazione di nuovi canali e caditoie, infatti, stiamo anche eseguendo un nuovo tronco di fogna bianca su via Re David, oggi dotata di una fogna mista obsoleta e sottodimensionata, direzionando il recapito delle acque pluviali verso un grosso tronco fognario (diametro 1,6 metri) e particolarmente capiente, ubicato in piazzale Locchi, che a sua volta si immette in tronchi via via di diametro maggiore (fino a 2,6 metri) su via Orabona, via Salvemini, via Omodeo, ponte San Pio, via Caldarola per poi terminare nel canale Valenzano. Chiediamo pertanto ai cittadini e a quanti frequentano la zona di portare ancora un po’ di pazienza, consapevoli dei disagi che potrebbero verificarsi con la riapertura delle scuole, a partire da lunedì prossimo. In compenso stiamo realizzando interventi infrastrutturali di fogna bianca che questa zona del quartiere San Pasquale attende da decenni, con cui conseguiremo un notevole miglioramento delle condizioni di fruibilità e sicurezza di quest’area specie in occasioni di piogge intense”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here