I fatti risalgono allo scorso 27 novembre, ma sono emersi in questi giorni in quanto la proprietaria ha chiesto aiuto agli esperti dell’associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente per ritrovare il cane Aaron, un giovane bouledogue francese in piena età riproduttiva scomparso, presumibilmente rapito, dal giardino di un veterinario che lo aveva avuto in custodia dalla proprietaria  assente per motivi personali.

Secondo quanto riportato nella denuncia di smarrimento il cane era stato portato dal veterinario per alcuni giorni di pensione, lo stesso lo aveva messo nel proprio giardino in un box apposito ma poche ore dopo il veterinario ha comunicato alla proprietaria del cane che l’animale era stato rapito.

Scattano le due denunce, quella del veterinario di Turi per il furto del cane e quella della proprietaria per smarrimento (specificando che il cane era in custodia al noto veterinario del paese). Fin qui la ricostruzione dei primi giorni, ma non convinta della situazione Jaqueline C., la sorella della proprietaria del cane ha cominciato a lanciare appelli sui social e fa intervenire i cani molecolari che confermano il trasferimento dell’animale dalla sede alla casa del veterinario.

“Quando è intervenuto l’educatore cinofilo – riferisce Jaqueline – il cane ha fiutato la traccia di Aaron nel giardino del veterinario ed all’esterno della villa su un lato della recinzione, dove si blocca subito dopo. C’è il muretto di recinzione della villa dove non vi è traccia di Aaron, (quindi non è scappato o allontanato da solo) la traccia è presente solo nella stradina privata adiacente alla villa. La traccia si ferma in quel punto preciso. Ciò significa che qualcuno ha preso di forza Aaron dal giardino scavalcando il muretto, l’ha appoggiato per terra una volta all’esterno, facendogli fare qualche passo e poi lo ha caricato in macchina. Facendo le prove cadaverine il cane molecolare non ha rilevato nulla nemmeno nelle campagne circostanti”.

Dopo questi fatti il silenzio assoluto e da qui la decisione di chiedere aiuto ai gruppi ed all’AIDAA che si occupa da anni di ricerche di cani scomparsi.

Chiunque avesse informazioni può chiamare il numero dell’associazione 3479269949 oppure contattare la stessa Jaqueline al numero 3917004699

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here