Cabtutela.it
acipocket.it

La Puglia chiama a raccolta i pugliesi nel mondo per promuoversi come destinazione turistica. E lo fa con un avviso, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, rivolto alle Associazioni dei Pugliesi nel Mondo, riconosciute dalla legge regionale n.23/2000.

I Paesi che nel mondo accolgono le comunità di pugliesi più numerose sono la Germania, la Svizzera, la Francia, il Belgio, l’Argentina e gli Stati Uniti. Questi paesi rappresentano i mercati di riferimento indicati nel Piano Strategico del Turismo Puglia365. Per questo Pugliapromozione ha previsto un budget di 200 mila euro per l’avviso rivolto alle associazioni dei pugliesi nel mondo per farsi promotrici di proposte (eventi da 15 mila euro ciascuno) per la valorizzazione della Puglia all’estero e in Italia. Gli eventi, che si svolgeranno da fine febbraio fino a dicembre 2019, ruoteranno intorno all’enogastronomia, con iniziative di promozione, animazione e spettacoli dal vivo, rigorosamente con il brand Puglia.

“Stiamo rafforzando i legami con i Pugliesi che vivono all’estero. Nei Paesi che li hanno accolti – dichiara il governatore pugliese Michele Emiliano – si sono fatti valere nel lavoro e nella società, portando sempre alto il nome della nostra regione. Hanno tramandato alle generazioni successive l’amore per la loro terra d’origine e ne hanno custodito le tracce. Per la Regione Puglia è importante riannodare i fili con la grande comunità dei Pugliesi nel mondo e sostenerne le attività. Gli obiettivi specifici dell’Avviso sono promuovere e rafforzare l’identità culturale dei Pugliesi nel Mondo; promuovere la valorizzazione dei legami con la terra d’origine; favorire e consolidare il posizionamento del brand Puglia nei territori dove hanno sede le Associazioni dei Pugliesi nel Mondo”. “Vogliamo valorizzare la rete dei Pugliesi nel Mondo – aggiunge all’industria turistica e culturale, Loredana Capone – per far sì che diventino ambasciatori della Puglia. Non solo, vogliamo che diventino dei veri e propri promotori dell’incoming turistico attraverso la realizzazione di attività di promozione della Puglia, del suo straordinario patrimonio materiale e immateriale, dei suoi prodotti eno-gastronomici, delle sue tradizioni e della sua autenticità”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui