Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Da oggi, 6 marzo, è possibile richiedere il Reddito di cittadinanza. La manovra del governo M5s-Lega, destinata a una platea di beneficiari stimata in 1,4 milioni di famiglie italiane con il tetto massimo di 780 euro mensili, ha l’obiettivo di contrastare la povertà e incrementare l’occupazione.

Questa mattina a Bari non si registrano particolari criticità o code per le richieste del reddito nelle sedi di Poste Italiane e per ottenere la documentazione cartacea nei Caf distribuiti sul territorio. “Il monitoraggio costante delle sedi rivela un afflusso nella norma”, spiega il referente cittadino di Poste Italiane. Alla posta di via Garrone ci segnalano rallentamenti sul sistema che però sembra si siano risolti in poco tempo. In attesa diversi pensionati e disoccupati.

Giusto per dare qualche numero, in tutta la provincia di Bari ci sono state 62 richieste presentate nei caf della provincia di Bari, 200 in Puglia. Stesso numero per la Cisl (200 in Puglia). Per la Cgil un migliaio in tutta la regione.

Ecco i requisiti per ottenere il Reddito di Cittadinanza:

– Essere cittadino italiano o europeo o lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa.

– Avere un ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) aggiornato inferiore a 9.360 euro annui.

– Possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro.

– Avere un patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso.

– Avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.

Come presentare le domande:

– Online (https://www.redditodicittadinanza.gov.it/), in tutti gli uffici postali e presso i CAF. Fino al 31 marzo per richiedere il contributo che sarà erogato ad aprile.

Dopo aver presentato la domanda, l’INPS verificherà i requisiti ed entro un mese ci sarà la comunicazione di quando e in quale ufficio postale è possibile ritirare la Carta del Reddito di cittadinanza. In funzione dei requisiti il soggetto sarà convocato dai Centri per l’impiego per sottoscrivere un Patto per il Lavoro o dai Comuni per sottoscrivere un Patto per l’Inclusione sociale.

Documenti necessari:

Per presentare la domanda, bisogna presentare l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) presso i CAF oppure online sul sito dell’INPS.

Per effettuare la richiesta online è indispensabile aver attivato SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Puoi richiederlo presso uno degli Identity Provider Accreditati che trovi sul sito www.spid.gov.it


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui