Monsieur Morricone: le 23 locandine dei film di registi francesi con la musica del compositore italiano Ennio Morricone hanno attirato curiosi e appassionati  nel teatro Margherita di Bari, in occasione del Bifest.

Si tratta della realizzazione di un progetto nato nell’ambito della collaborazione tra il Consolato Onorario di Francia a Bari e l’Università degli Studi “Aldo Moro” – Dipartimento di Scienze Politiche. Un lavoro realizzato dagli stagisti dell’Università per presentare un’esposizione di manifesti di film francesi le cui colonne sonore sono state realizzate dal grande maestro Ennio Morricone. A coordinare il gruppo  il console onorario Stefano Romanazzi che è stato anche il promotore dell’evento. Impegnati al suo fianco nell’opera di ricerca, catalogazione e selezione dei vari aspetti della mostra, i giovani Giovanna Giordano, Noemi Savini, Carlotta Ventrelli, Felice Colacicco, Umberto Marzo e Alessio Matteucci.

“Questa mostra – spiega il console onorario Romanazzi –  è nata perché avendo scoperto che l’edizione di quest’anno del Bifest era dedicata a Morricone abbiamo pensato bene di effettuare questa ricerca, di vedere in quali film francesi aveva partecipato il compositore. Abbiamo trovato 23 pellicole, delle quali abbiamo recuperato le locandine. Ringraziamo il Bifest che ci ha ospitato in una cornice prestigiosa quale quella del Margherita”. Ma la mostra non finirà con il Bifest. Sarà allestita nel Circolo della Vela, nel Circolo Tennis, probabilmente anche nel Palazzo delle Poste dell’Università Aldo Moro. “Stiamo studiando, in collaborazione con Anchecinema, un evento – conclude – da organizzare dopo le vacanze estive: oltre alla mostra delle locandine ci potrebbero essere anche le proiezioni di alcuni film. Successivamente le locandine saranno sistemate nella sede del consolato”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here