Partita da piazza Umberto la terza manifestazione antifascista e antirazzista organizzata a Bari dal settembre dello scorso anno. “Bari non si Lega” si oppone alla politica del ministro Matteo Salvini, con slogan e striscioni realizzati da studenti e attivisti. In molti hanno indossato la maschera di Zorro, elemento ironico che riprende la confessione del leader della Lega nella sua autobiografia. In corteo anche studenti e  insegnanti, circa mille i partecipanti: tanti i messaggi lanciati, pro immigrazione e accoglienza e contro il fascismo.

Il corteo è partito intorno alle 18.30 da piazza Moro mentre a poca distanza, in via Sparano, è in programma il comizio elettorale di Salvini. Imponente il presidio delle forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

2 COMMENTI

  1. La maschera di Zorro era l’escamotage per fare notizia suo giornali, anche se nessuno ha capito bene cosa volesse dire.
    Inoltre i due Zorro in piazza Umberto erano mamma e figlio e come dire….non parevano troppo presenti a se stessi.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here