Le Segreterie Nazionali di Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILTuCS hanno incontrato i dirigenti di Auchan Retail Italia, i rappresentanti di ANCD Conad e i loro consulenti alla presenza dei funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico.

I rappresentanti del gruppo cooperativo hanno dichiarato che Conad attraverso BCD acquisterà le quote societarie di Auchan: questo significa che nell’immediato non dovrebbe esserci nessuna variazione dei rapporti di lavoro. Al momento tra le società è stato sottoscritto solo un preliminare e l’accordo dovrebbe chiudersi entro l’estate. Nei prossimi giorni verranno consegnate all’Antitrust tutte le informazioni affinché lo stesso possa esprimersi sull’operazione, non è escluso che questo passaggio possa già generare delle criticità.

Conad si appresta quindi a prendere il controllo di tutti i punti vendita Sma ed Auchan, ad eccezione dei 33 punti vendita della Sicilia su cui c’è l’interesse del gruppo Arena.

Le organizzazioni sindacali hanno contestato la mancanza di dettagli sul piano industriale che, secondo Conad, non è ancora stato definito. “L’incontro – si legge in una nota della Cgil –  non ha offerto nessun chiarimento sul mantenimento del perimetro dei punti vendita e quindi nessuna garanzia occupazionale. Assurdo apprendere che Conad prenda il controllo di un gruppo così grande, con un bilancio drammatico, senza avere, già confezionato, un piano di intervento. Manca inoltre il dettaglio delle prospettive dei punti vendita siciliani”.

Il Ministero dello Sviluppo ha raccolto le preoccupazioni e le richieste di Filcams, Fisascat e Uiltucs e chiesto alle imprese di presentare un piano complessivo esaustivo. Il tavolo è stato quindi riconvocato il giorno 20 Giugno 2019.

Per la Filcams è importante fin dall’inizio definire il perimetro della vertenza: sono coinvolti circa 18000 lavoratori tra sedi, punti vendita e logistica, a questi si aggiungono migliaia di lavoratrici e di lavoratori in appalto e in franchising a cui è dovuta la stessa attenzione.

L’operazione sancisce l’abbandono dell’Italia da parte di Auchan, multinazionale francese tra le più grandi imprese al mondo della grande distribuzione. Al contempo Conad scalerebbe la classifica del mercato italiano diventandone il leader indiscusso.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here