Cabtutela.it
acipocket.it

Il Ministero della Salute ha bloccato l’importazione e la commercializzazione di bolle di sapone Gormiti provenienti dalla Cina, nel cui liquido saponato è stato trovato di tutto: batteri fecali, microrganismi normalmente presenti in animali selvatici e molto altro.

Nello specifico si tratta delle confezioni Marca Planet Junior & Kotoc prodotte in Cina Codice a barre 8002752061188 Peso netto 4.096 kg pari a 276 colli, contenente 59616 flaconcini con etichettatura in lingua inglese. I flaconcini sono esportati in Italia e in Europa da WINTIDE BRAND LIMITED CINA , 14 science Museum Road Tsimhatsur easy, Hong Kong e importate in Italia da VILLA GIOCATTOLI sede legale in Sovico (MB) via del Greppi 59. In etichetta riportati il codice a barre, il riferimento dell’importatore, il marchio CE. Nei giocattoli mancava l’analisi microbiologica, richiesta obbligatoriamente dalla Direzione della Prevenzione del Ministero della salute. Le analisi eseguite presso l’Istituto Superiore di Sanità hanno riscontrato concentrazione elevata di batteri della conta microbica totale aerobia, superiore di rispetto ai limiti raccomandati dalle linee guida europee (Microbiological safety of toys containing aqueous media). Sono state evidenziate differenti morfologie di colonie, identificate come Enterobacter gergoviae, Staphylococcus warnerii, Klebsiella oxytoca e Candida Lusitaniae. Le specie rilevate sono rappresentate dal microrganismi patogeni (Candida Liusitaniae) e opportunisti patogeni ( Enterobacter gergoviae, Staphylococcus warnerii, Klebsiella oxytoca) isolabili dall’ambiente e da campioni clinici.

“L’avviso di ritiro –  evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” –  è stato pubblicato dal dicastero sul nuovo portale dedicato agli allarmi consumatori e reazioni a notifiche di prodotti non alimentari pericolosi nella sezione “Avvisi di sicurezza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui