Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Allarme bullismo a Torre a Mare: sono ormai all’ordine del giorno le denunce sulla presenza di baby gang che infastidiscono i più piccoli sia nella piazza centrale sia sui bus. Ragazzini che vengono malmenati e genitori esasperati. Da qui l’intervento del Comune, più precisamente dell’assessorato al Welfare, che ha deciso di impiegare il pulmino degli educatori di strada anche nel quartiere a sud di Bari.

“Dopo le recenti segnalazioni di frequenti atti di bullismo a Torre a mare nei prossimi giorni saremo presenti nel quartiere con gli educatori di strada, un progetto dell’assessorato al Welfare che attraversa piazze e strade per agganciare i ragazzi più vulnerabili. In questo modo gli operatori tentano di avvicinarli per poi coinvolgerli, in caso non lo siano già, in attività educative”, scrive l’assessore Francesca Bottalico.

“Il progetto – ci spiega – è già partito da maggio. Diversi i punti che sono stati toccati, dal Libertà al San Paolo a Bari Vecchia. Si tratta di un’azione di prevenzione e cura che deve accompagnare gli interventi volti a garantire la sicurezza del territorio, nonché segnalare fenomeni di violenza e bullismo. Il progetto on the road è dedicato alle persone più fragili della nostra città, soprattutto ai ragazzi più difficilmente raggiungibili con i servizi ordinari del Welfare. Il progetto che abbiamo lanciato gira, crea presidi territoriali e di incontro e aggancio dei ragazzi”.

“Funziona il lavoro in strada – conclude Bottalico – così come funzionano la  prevenzione nelle scuole, l’educazione e l’ascolto alle differenze. Si tratta di un lavoro in rete, che coinvolge ragazzi, famiglie e territorio”. In realtà – tiene a precisare l’assessore – su Torre a Mare non risultano denunce reali (alle forze dell’ordine o al Comune) sui casi di bullismo, anche se le segnalazioni soprattutto sui social sono all’ordine del giorno: ragazzini che vengono picchiati nella piazza centrale, anziani insultati sui bus, una situazione che in estate sta creando non pochi disagi tra i residenti e gli assidui frequentatori del quartiere a sud di Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui