Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Nel villino confiscato alla mafia sul lungomare IX maggio di San Girolamo, poi occupato abusivamente, nascerà un ambulatorio sociale, per aiutare le famiglie in difficoltà, e un centro di ascolto per famiglie. Il progetto presentato dal consorzio barese di cooperative sociali si chiama Piccola Casa Aut (dal nome della radio fondata e animata da Peppino Impastato) e prevede la realizzazione di servizi sociali per il territorio: un centro di ascolto per famiglie, all’interno del quale la Associazione di volontari Santa Marta realizzerà un ambulatorio per visite gratuite a persone vittime della cosiddetta «povertà sanitaria», a causa della quale di fatto rinunciano alle cure per patologie acute o croniche, e la associazione sportiva dilettantistica Da mo vela onlus proporrà iniziative di inclusione sociale attraverso attività sportive veliche.

Venerdì 6 settembre alle ore 10.30 sarà dato avvio ai lavori di ristrutturazione del villino concesso dal Comune di Bari al Consorzio Beata Chiara.
Le porte e le finestre del villino sono state murate dopo il sequestro a seguito di occupazione abusiva: venerdì mattina il muro della porta principale sarà abbattuto a picconate, per segnare simbolicamente la riappropriazione del bene confiscato da parte della comunità cittadina.
Interverranno il sostituto procuratore antimafia, Simona Filoni, l’assessore al Patrimonio con delega ai beni confiscati del Comune, Vito Lacoppola, l’assessore al Welfare, Francesca Bottalico. Parteciperanno inoltre i ragazzi del campo tematico sui beni confiscati di Libera Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in corso questa settimana a Bari.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui