Il mercato di San Girolamo sta cadendo a pezzi. Ci sono pochissimi commercianti. La maggior parte dei box è vuota. L’edificio necessita di una ristrutturazione che però non arriva mai. Il Comune ha pensato anche a concedere ad associazioni alcuni degli spazi interni, ma al momento nulla è stato fatto.

“Siamo abbandonati – ci raccontano i commercianti – qui ormai viene pochissima gente. Eppure vendiamo prodotti di qualità e abbiamo tutto. Ma nessuno si ferma. Siamo davvero rimasti soli, inutile parlare di questa struttura. Nessuno fa nulla”.

E proprio per dare un segnale di vicinanza al quartiere e agli stessi commercianti un gruppo di volontari da ieri ha cominciato a ripulire il muro esterno per poter realizzare un murale.

A raccontare l’opera Giuseppe D’asta (al centro nella foto a sinistra): il murale sarà realizzato con la collaborazione delle associazioni La Pugliaracconta. Tra testo e immagine e Rcu  San Girolamo Fesca Marconi ed è stato finanziato dal privato Cioppower srl. Grafiche Deste srl ha donato la targhetta.

“Mi rifarò ad un evento storico legato a questo quartiere – ci racconta l’artista D’Asta ieri al mercato insieme a due attivisti di Retake – rappresenterà una figura femminile in costume da bagno anni Trenta con un treno che le cammina sulla schiena. Qui a Fesca e San Girolamo c’erano negli anni Trenta delle  colonie che erano dei centri benessere, dei luoghi di villeggiatura delle famiglie baresi. Le donne e bambini venivano trasportati dal treno al vapore che veniva chiamato la Ciclatera”.

Ad aiutare Giuseppe ci saranno anche tanti volontari. Si comincerà lunedì prossimo prima imbiancando il muro, successivamente sarà ripulita l’intera area circostante da erbacce e rifiuti e si comincerà con la realizzazione del murale. Che durerà una decina di giorni.

“Il murale – ci spiegano i volontari –  intende sensibilizzare i cittadini al tema della cura degli spazi pubblici e promuovere e riqualificare le periferie di San Girolamo/Fesca Marconi /San Cataldo”.

“Questa è una zona che soprattutto in determinati periodi come in estate o durante la Fiera diventa davvero molto frequentata – conclude D’asta – mi piacerebbe che questo murale diventasse una vetrina per il quartiere”.

Un inizio di una riqualificazione attesa da anni in strada San Girolamo. Abbiamo contattato il Comune, precisamente l’assessore allo Sviluppo Economico Carla Palone, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta sulle condizioni di degrado in cui versa il prezioso mercato di quartiere e sugli interventi in programma per aiutare i commercianti.

(nella foto in copertina il volontario Dino Rizzo al lavoro per ripulire la parete del mercato)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here