Cabtutela.it
Aproli

Nei giorni scorsi, a Canosa di Puglia, i poliziotti del Commissariato di P.S. sono intervenuti per un caso di stalking e maltrattamenti familiari, reati contemplati dal “Codice Rosso” entrato in vigore la scorsa estate.
Un 34enne canosino, tossicodipendente, è stato fermato dagli agenti mentre, ubriaco e nudo per strada, ha cercato di aggredire la sua ex compagna che stava per ripartire per il suo paese di origine, la Bulgaria.
L’uomo, bloccato dagli agenti, si è opposto con spinte e con strattoni, tentando invano persino di sottrarre l’arma di ordinanza ad uno degli operatori.
Dopo essere stato sottoposto alle cure del caso, poiché in condizioni di manifesta ubriachezza, è stato tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Trani.
A seguito dell’intervento immediato sul posto e degli accertamenti effettuati dal neocostituito “punto d’ascolto qualificato” del Commissariato, è emersa una storia di maltrattamenti e atti persecutori da parte del giovane che non accettava e non si rassegnava alla fine della relazione con la donna di origini bulgare.
L’uomo è stato accusato anche di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui