È stato siglato questa mattina a Bari nella sede dell’assessorato regionale alla Pianificazione Territoriale l’accordo di collaborazione tra la Regione Puglia e l’Ufficio Scolastico Regionale per lo svolgimento di attività divulgative nell’ambito della tutela e valorizzazione paesaggistica. L’accordo, della durata di 24 mesi, è stato sottoscritto dall’assessore Alfonso Pisicchio, dal direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, Anna Cammalleri, e dal direttore del Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana e Paesaggio, Barbara Valenzano.

Attraverso la pubblicazione di un bando dell’USR, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado della Puglia, saranno promosse iniziative progettuali di consolidamento culturale e sociale del concetto di tutela e di valorizzazione del territorio, del mosaico territoriale. Gli studenti potranno elaborare progetti, temi, buone pratiche e prospettare soluzioni tese ad eliminare e riconvertire i detrattori della bellezza (manufatti decontestualizzati, aree dismesse, luoghi di degrado e privi di senso).

I migliori elaborati – valutati da una commissione paritetica composta Regione Puglia e Ufficio Scolastico Regionale – saranno poi premiati con la piantumazione di alberi e verde, a cura dell’Arif regionale, in particolare ulivi.

“Un accordo teso a rafforzare quella massima partecipazione in vista della legge regionale della Bellezza. Dopo la partecipazione dei territori, stiamo chiedendo ai nostri ragazzi, a tutti i nostri studenti, quale siano secondo loro le migliori soluzioni per valorizzare e tutelare il nostro territorio. Stiamo letteralmente seminando la conoscenza, la circolazione di idee, per poi trasformare tutto questo lavoro in natura, con il dono di piante e arbusti che dovranno abbellire i nostri istituti scolastici regionali. Ringrazio la dottoressa Cammalleri per la sua sensibilità su temi, come la sostenibilità ambientale e il rispetto del territorio, che riguardano davvero tutte le istituzioni. Senza alcuna distinzione” dichiara l’assessore Pisicchio.

“Con questo accordo stiamo dando la possibilità ai nostri ragazzi di fa crescere quel senso di cittadinanza, di appartenenza e di responsabilità. L’idea della bellezza è un’idea aperta, la bellezza vive dentro di noi, diventa pensiero, diventa azione. Questa progetto aiuta il percorso di cittadinanza, di formazione dei minori a noi assegnati. E lo fa con un’idea di accompagnamento affinché gli alunni possano guardare i luoghi come appartenenti a loro. La scuola ha un perimetro fisico ma non culturale, non può vivere dentro sé stessa. Noi parliamo spesso di cittadinanza e questa è la cittadinanza del fare, del pensare, del dare ai giovani la possibilità di essere responsabili”, spiega la dirigente Cammalleri.

“Con l’Ufficio Scolastico Regionale da tempo abbiamo un rapporto di reciproco ascolto e confronto su temi importanti come l’ambiente, il paesaggio, i rifiuti. E spesso i suggerimenti che arrivano dai nostri ragazzi sono importantissimi perché ci permettono di porre in essere buone pratiche”aggiunge la dirigente regionale Valenzano.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here