Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Presidente Conte, il governo si fidi dei sindaci”. I sindaci delle città metropolitane, guidati dal presidente Anci e primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, hanno inviato una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con un elenco di misure necessarie in vista della fase due.

Ecco le dieci proposte dei Sindaci al Governo: 1. Conoscere prima del 4 maggio l’elenco delle attività che riaprono per adottare le misure necessarie in materia di mobilità e trasporto, per la regolazione degli orari degli uffici e degli esercizi, per regolare il corretto utilizzo da parte dei cittadini degli spazi pubblici (parchi, aree attrezzate, giardini, età).

2. Indicazioni chiare sul corretto utilizzo delle mascherine alla popolazione e ai lavoratori, assicurando disponibilità nelle farmacie ad un prezzo fisso calmierato.

3. Coinvolgere direttamente i Comuni nella definizione delle misure e delle regole necessarie per una riapertura delle scuole in piena sicurezza per i bambini e i ragazzi.

4. Assicurare ai Comuni e alle Città metropolitane risorse congrue per la spesa corrente alla luce della imponente riduzione di gettito fiscale, con particolare riferimento all’azzeramento dell’imposta di soggiorno, dell’imposta di occupazione del suolo pubblico e alla forte riduzione della TARI.

5. Rifinanziare i cosiddetti buoni spesa già erogati dai Comuni e assegnare ai Sindaci un plafond di risorse per il sostegno al reddito strettamente legato agli effetti sociali ed economici dell’emergenza. Prevedere strumenti normativi e finanziari per il sostegno agli affitti commerciali e domestici.

6. Prevedere che nell’ambito della liquidità che sarà resa disponibile dall’UE all’Italia con gli strumenti finanziari straordinari una quota parte sia assegnata ai Comuni e alle Città metropolitane.

7. Integrale sostegno finanziario al trasporto pubblico locale, inclusi i minori ricavi da perdita della bigliettazione e incentivi sulla micro mobilità elettrica, semplificazioni per la realizzazione di piste ciclabili.

8. Puntare decisamente e senza indugi per la ripresa degli investimenti pubblici sui Comuni e sulle Città metropolitane. I Comuni sono i principali investitori pubblici del nostro Paese con una capacità di resa delle risorse assegnate incommensurabile rispetto agli altri livelli di governo.  I Sindaci chiedono poteri straordinari di natura commissariale per la realizzazione di opere di valore superiore ad 1 ml e una decisa semplificazione delle regole in materia di appalti di lavori e servizi.

9. Le eventuali risorse assegnate alle Regioni, oltre a quelle già attribuite con precedenti provvedimenti, siano vincolate ad attività strettamente legate all’emergenza quali acquisto DPI per servizi essenziali e per popolazione, sanificazione uffici pubblici e spazi città, assistenza socio-sanitaria.

10. Migliorare il coordinamento delle misure di sostegno economico per i numerosi settori produttivi colpiti duramente dall’emergenza in modo da assicurare a tutti liquidita in tempi rapidi ed effettivo sostegno con particolare attenzione al settore turistico e balneare.

I Sindaci dei Comuni capoluogo di Città metropolitana: Antonio Decaro – Sindaco di Bari e Presidente ANCI, Dario Nardella – Sindaco di Firenze e Coordinatore Sindaci metropolitani, Virginio Merola – Sindaco di Bologna, Paolo Truzzu – Sindaco di Cagliari, Salvatore Pogliese Sindaco di Catania, Marco Bucci – Sindaco di Genova, Giuseppe Sala – Sindaco di Milano, Luigi de Magistris – Sindaco di Napoli, Leoluca Orlando – Sindaco di Palermo, Giuseppe Falcomatà – Sindaco di Reggio Calabria, Virginia Raggi – Sindaca di Roma Capitale, Chiara Appendino – Sindaca di Torino, Luigi Brugnaro – Sindaco di Venezia


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui