Cabtutela.it
acipocket.it

Via libera agli spostamenti in Puglia per la pesca amatoriale e la manutenzione delle seconde case; ok anche alla riapertura dei cimiteri, all’attività di asporto per la ristorazione e di toelettatura per cani.

E’ quanto previsto in una ordinanza firmata oggi pomeriggio dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in vista della “fase 2” dell’emergenza coronavirus. “Con efficacia” da domani 29 aprile e “sino al 17 maggio 2020​ – si legge nell’ordinanza – è ammesso lo spostamento all’interno del proprio comune o verso altro comune per lo svolgimento in forma amatoriale di attività di pesca, esclusivamente nel rispetto di quanto previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da COVID-19, alle seguenti condizioni: limitatamente alla pesca sia da terra sia in acque interne sia in mare;  svolta da persona abilitata all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa; con non più di due persone per imbarcazione, delle quali almeno una abilitata, nel caso di pesca in acque interne o in mare; nel rispetto della normativa vigente in merito all’esercizio della pesca sportiva e ricreativa”. Dal 4 maggio e sino al 17 maggio, invece, “​è consentito lo spostamento individuale all’interno del territorio regionale per raggiungere le abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case per vacanza, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione dei beni”. Infine, via libera da domani anche alle attività di manutenzione e riparazione di imbarcazioni da diporto.

Inoltre, da domani 29 aprile e sino al 17 maggio saranno consentite: l’attività di asporto per ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie con l’obbligo di rispettare la distanza di un metro; l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone. Inoltre, sempre a partire da domani e sino al 17 maggio è consentita l’apertura dei cimiteri “condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramento di visitatori”, si legge nell’ordinanza. Infine, dal 4 maggio scatta l’obbligo di quarantena a casa per chi rientra in Puglia per soggiornavi da fuori regione. Il precedente provvedimento firmato lo scorso marzo dal presidente Michele Emiliano è scaduto, la misura adesso viene rinnovata. Dal 4 maggio, infatti, il nuovo Dpcm autorizza gli spostamenti da una regione all’altra solo per motivi di lavoro e di salute. Non solo: nel decreto nazionale è autorizzato anche “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. Quindi, per chi tornerà in Puglia per i motivi previsti dal Dpcm, la Regione impone alcuni obblighi: innanzitutto quello di comunicare il rientro al proprio medico di base o all’Asl; poi di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per almeno 14 giorni con divieto di contatti sociali; infine di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza e avvisare in caso di comparsa di sintomi che possano ricondurre ad una infezione da coronavirus.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

8 COMMENTI

  1. Nel telegiornale TGR 3, poco dopo le ore 19.00, il conduttore ha detto – molto chiaramente – che già da domani – si può raggiungere nell’ambito del territorio regionale l’abitazione diversa da quella principale, compresa la seconda casa, per manutenzioni e altri interventi vari.
    Il testo del comunicato dice invece: dal 4 maggio e sino al 17 maggio ……….
    Qual’è la versione corretta, visto che già mi preparavo ad avviarmi da Brindisi per andare domani nella mia seconda abitazione sita in località marina di Casalabate, frazione di Squinzano, per riparazioni urgenti?

    • L’ordinanza, che può consultare anche sul sito della Regione Puglia, dice chiaramente che la manutenzione delle seconde case può essere svolta dal 4 maggio e sino al 17 maggio. Solo una persona

  2. sono residente a MARTINA FRANCA posso raggiungere l Adriatico entrando nella provincia di Brindisi per svolgere la mia attivita’ amatoriale di pesca da terra o solo sullo ionio nel limite di provincia? sono registrato con permesso gia’ dal 2006
    grazie

  3. Da quando sarà consentito raggiungere la marina del Comune di Residenza a piedi o in bici sotto forma di attività fisica individuale?

  4. Se io devo andare a pesca già munito di tesserino da anni si può andare a prendere un amico da un altro paese per poi raggiungere il luogo di pesca sempre in provincia di Brindisi

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui