Cabtutela.it

Il nuovo lungomare di San Girolamo a Bari continua a creare polemiche e dissenso tra i residenti: “L’intero tratto di strada – scrive sui social network il gruppo Facebook Vivere San Girolamo Fesca – è sprovvisto di segnaletica stradale, non ci sono sensi di marcia, segnali di zona pedonale e zone interdette a cicli e motocicli e sta diventando un delirio. Il pericolo per i pedoni è dietro l’angolo. Le famiglie cominciano a non frequentare più il lungomare perché non è sicuro”.

Nelle ultime ore, il sindaco Antonio Decaro ha effettuato un sopralluogo senza telecamere o diretta su facebook. I residenti chiedono con insistenza la messa in sicurezza di quel tratto di strada realizzato dopo ritardi e stop al cantiere, ma il fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale sembra non piacere a tutti. Anche per il monitoraggio dell’ordine pubblico, soprattutto in vista della stagione estiva. Una parte degli interventi previsti sono stati rallentati dal lockdown.

Ecco alcune delle reazioni: “Non è neanche possibile più dormire non posso alzarmi alle 4 per andare al lavoro e ragazzini che fino alle 2 gridano bevono e non hanno rispetto”. “I tecnici del Comune che non controllano un cantiere lasciato a metà. Varchi aperti tra pista ciclabile e strada carrabile per mancanza di cubi che nn sono stati rimossi ma nn sono mai stati posizionati”. “Sul lungomare è un manicomio la sera i bambini grandi che sfrecciano con bici se gli dici di andare piano ti rispondono male la notte non si dorme per il troppo chiasso bisogna dare una regolata”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui