Cabtutela.it

Dopo quasi tre mesi dall’inizio del lockdown e 33.530 morti in Italia (508 in Puglia), oggi hanno riaperto i confini regionali e non è più obbligatorio per chi arriverà in Puglia restare in isolamento per 14 giorni. Resta solo il dovere di segnalarsi, come stabilisce un’ordinanza firmata ieri in serata dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: chi trasgredisce rischia una sanzione.

Intorno alle 14.30 è arrivato alla stazione centrale di Bari il primo Freccia Bianca di Trenitalia da Venezia diretto a Lecce, con decine di passeggeri saliti anche al nodo ferroviario di Bologna. Grande l’emozione di una famiglia di Altamura che ha accolto con cartelli e abbracci Ilenia, 23 anni, studentessa a Forlì. “Benvenuta” si legge sul cartello, ad attenderla anche un nipotino.

Arrivano nel capoluogo pugliese anche i primi turisti. Come una coppia di anziani residenti a Bologna che da anni sono proprietari di una piccola villetta sulla costa di Santo Spirito: “Ci è mancato tanto il mare”, raccontano. “Mi sono già segnalato all’Asl e ho ricevuto risposta alla mail”, aggiunge nel video un lavoratore barese trasferito a Venezia. “Dopo 6 mesi torno dai miei familiari, ci sono abituato ma è stata dura”.

“Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 – si legge nell’ordinanza di Emiliano – si dispone che con decorrenza dal 3 giugno 2020, tutte le persone fisiche che si spostino, si trasferiscano o facciano ingresso in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi di trasporto pubblici o privati segnalino lo spostamento, il trasferimento o l’ingresso mediante compilazione del modello di auto-segnalazione disponibile sul sito istituzionale della Regione Puglia; dichiarino il luogo di provenienza ed il comune in cui soggiornano”. Per chi arriva c’è anche l’obbligo di conservare “per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno”. E’ escluso chi si sposta per esigenze lavorative, per motivi di salute, per ragioni di assoluta urgenza. Per tutti i passeggeri dei treni a media e lunga percorrenza da oggi sarà obbligatorio la misurazione della febbre.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui