Cabtutela.it
acipocket.it

Simbolo indiscusso della dieta mediterranea e alleate preziosissime della salute. Parliamo delle olive, alimento che, inserito in un regime alimentare controllato, è capace di apportare importanti nutrienti all’organismo.

Ricche di antiossidanti, gli esperti ne consigliano il consumo anche poiché fonte preziosa di vitamine A, E, C ed E, oltre che di sali minerali, tra i quali ferro, fosforo, sodio, magnesio, iodio e potassio. Ma non solo, le olive, originarie dell’Asia Minore, arrivate nel mediterraneo circa 6mila anni fa, forniscono inoltre acido oleico e hanno un altissimo contenuto di fibre, utili per il sistema intestinale.

Famose soprattutto per i benefici al sistema cardiovascolare, le olive sono utilissime anche per il sistema respiratorio, nervoso, digestivo e muscolo-scheletrico. Questo grazie all’alto contenuto di fitonutrienti e antiossidanti, tra i quali l’oleuropeina, l’idrossitirosolo, il tirosolo, l’acido oleanolico e la quercitina. Questi ultimi hanno proprietà utili, tra le altre cose, anche per regolare i grassi nel sangue, ridurre le infiammazioni e abbassare la pressione sanguigna migliorando nettamente la salute del cuore.

Ma non è finita qui, le olive, considerate simbolo della Puglia,  oltre a stimolare l’appetito e a favorire la digestione, contengono anche una discreta quantità di niacina, vitamina PP e B3, che trasportata dal sangue alle cellule dell’organismo favorisce il metabolismo, soprattutto degli zuccheri. Secondo gli esperti, inoltre, grazie alla presenza di serotonina, le olive sarebbero anche capaci di favorire la perdita di peso, poiché aumentano il senso di sazietà.

Per non far mancare proprio nulla, siano esse nere o verdi, le olive hanno proprietà antistaminiche, analgesiche, antiossidanti e anti-infiammatore. Fattore che aiuta a prevenire lo stress ossidativo cronico svolgendo un ruolo importantissimo nella prevenzione dei tumori. In questo caso particolare, gli esperti consigliano il consumo di olive nere, poiché capaci di neutralizzare i radicali liberi presenti nel grasso corporeo rendendo così più sicuri i processi cellulari.

Infine, le olive sono ottime alleate del benessere della pelle, dei capelli e della vista, offrendo un supporto concreto contro patologie come la cataratta o altre malattie legate all’avanzamento dell’età. Consumate spesso come antipasto, ne esistono in commercio diverse varietà. Gli esperti consigliano di consumarle fresche preferendo quelle del fruttivendolo a quelle conservate in scatola, inserendole, senza timore, ma anche senza esagerazione, nelle proprie pietanze. Ecco due ricette semplici e gustose.

 

SPAGHETTI OLIVE NERE E LIMONE

Iniziate col mettere a cuocere gli spaghetti. A parte, in una ciotola, grattugiate la scorza di quattro limoni e versate, successivamente, il succo di uno di essi che avrete precedentemente spremuto. Mescolate con del tonno, circa 50 grammi a testa e delle olive nere che avrete precedentemente denocciolato. Altrimenti, per comodità, si può optare per le olive denocciolate in scatola, ma consigliamo quelle fresche per poter esaltare il sapore. Una volta pronti gli spaghetti mescolate per bene il tutto aggiungendo, se di proprio gradimento, del pepe nero,  dell’olio extravergine di oliva e del grana padano. Il piatto, va servito caldo, in alternativa, può essere servito anche con della pasta, in maniera tale da poterlo conservare e gustare anche freddo.

OLIVE ALL’ASCOLANA CON CONTORNO DI CREMA

Tritate finemente sedano, cipolla e carota e, una volta scaldato l’olio d’oliva in una padella assieme ad uno spicchio di aglio, fatele rosolare a fuoco lento. Non appena dorate aggiungete della carne tritata. Sfumate con del vino bianco e lasciate che quest’ultimo evapori per bene. Dopo aver aggiunto del sale spegnete il fuoco e lasciate che si freddi. Una volta freddo mettete il ripieno del composto in una ciotola assicurandovi di togliere l’aglio. Unite la carne rosolata ad un uovo intero, che frullerete all’interno di un mixer aggiungendo anche del pane preferibilmente ammorbidito con del latte. Una volta che il composto è pronto aggiungete a quest’ultimo del prezzemolo tritato e del parmigiano. Formate delle piccole palline e inserite il composto all’interno di olive ascolane che avrete precedentemente denocciolato. Passate poi alla fase finale della ricetta passando le olive nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato friggendole in padella o, in alternativa, cuocendole in forno. Per la crema, utilizzate invece delle olive nere. Il procedimento è semplice: mettete a rosolare dell’aglio in una padella con un filo d’olio. Aggiungete del pomodoro, lasciate che quest’ultimo si rompa e aggiungete infine delle olive nere snocciolate. Una volta che queste ultime saranno cotte, ovvero quando risulteranno ammorbidite spegnete il fuoco. Inserite il tutto nel mixer e frullate per bene aggiungendo della mollica di pane per non far risultare la crema troppo acquosa. Con del cucchiaino posate la crema di olive nere sulle olive ascolane.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui