Cabtutela.it
acipocket.it
amgasbari

Le panchine di piazza Chiurlia a Bari si tingeranno di rosso. E’ quanto accadrà il 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Ad annunciarlo è Gigia Bucci, segretario generale della Cgil di Bari, la quale non ha esitato a narrare le trame allarmanti riguardanti le condizioni delle donne al giorno d’oggi.

Nello specifico, secondo il segretario generale della Cgil Bari, le donne, ancora oggi, pagano il prezzo più alto in termini di lavoro, reddito, famiglia e salute. A prova di ciò l’emergenza sanitaria che ha lasciato emergere diverse problematiche relative alla condizione delle donne in Italia. “La situazione che vivono le donne in questo Paese, non ci consente di essere libere e di scegliere la vita che vogliamo – ha commentato Bucci –  Siamo donne penalizzate dal punto di vista economico, professionale, sociale che diventiamo ancora più deboli difronte all’aumento della violenza maschile e immobili dinanzi a percorsi di uscita”.

L’iniziativa, alla quale prenderà parte anche l’ assessore al Welfare del Comune di Bari , Francesca Bottalico, segue la scia dell’evento nazionale dal titolo “La democrazia passa per la libertà delle donne”. “A seguito delle misure restrittive per il contenimento del Corona Virus, non abbiamo potuto organizzare un’ iniziativa in presenza per celebrare questa data, ma non abbiamo voluto rinunciare ad esserci per condividere culturalmente questo tema” – ha spiegato ancora Gigia Bucci.

Insieme a Francesca Bottalico, infatti, il 25 novembre alle ore 10, pittureranno di rosso le due panchine in piazza Chiurlia, sede dell’assessorato comunale. Sulle panchine saranno dipinti anche i numeri dei centri antiviolenza, per aiutare tutte quelle donne in difficoltà che non hanno riferimenti per mettersi in salvo.

“La Cgil di Bari è impegnata attraverso il Coordinamento Donne – conclude Maria Iacovazzi, Responsabile del Dipartimento Politiche di Genere della Camera del Lavoro Metropolitana, a sensibilizzare le donne in difficoltà a denunciare episodi di maltrattamento dentro e fuori i luoghi di lavoro, anche con la collaborazione delle compagne delle varie categorie”. Per l’occasione sarà trasmessa anche una diretta sulla pagina Facebook della Cgil Bari.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui