Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Distrutta un’altra fioriera sul lungomare Cristoforo Colombo a S.Spirito. A denunciarlo, con due foto pubblicate sul gruppo “Solo news Municipio 5 Bari” è  un cittadino. Già negli scorsi giorni i residenti avevano allarmato le istituzioni sottolineando la pericolosità delle fioriere, in particolare, quelle posizionate tra la pista ciclabile e il percorso pedonale. In quell’occasione era intervenuto l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso, il quale aveva cercato di rasserenare gli animi inquieti degli abitanti del quartiere ricordando loro che si tratta di lavori ancora da completare. I cittadini, in quel caso sul gruppo Facebook “Il lungomare che vorrei”, avevano però insistito sottolineando che, oltre ad essere “brutte”, le fioriere risultavano anche pericolose perché posizionate in maniera poco strategica e prive, inoltre, di segnaletica. Ieri notte però, come si può vedere in foto, un’altra fioriera, questa volta situata lì dove ha inizio il senso di marcia unico, con relativo obbligo di rispetto dei limiti di velocità imposti a 30 km/h, è stata distrutta.

Dalla denuncia del cittadino, emerge che la fioriera in questione sia stata impattata da un’automobile in corsa. Anche in questo caso il disagio era già stato denunciato. “Si tratta della stessa fioriera che avevo segnalato come pericolosa la scorsa settimana perché priva di segnaletica verticale – ha specificato sul post il cittadino.

Ma non solo, secondo lo stesso, ma anche stando ai pareri degli altri cittadini intervenuti in merito, le istituzioni starebbero evitando di ascoltare i suggerimenti volti a rendere maggiormente sicura la percorrenza per autisti, pedoni e ciclisti, soprattutto in vista della mancanza di rispetto della norma che impone il divieto di superare i 30 km/h. Sarebbero in molti infatti a percorrere in auto e moto, a velocità maggiore, quel tratto di lungomare.

“Ammettere gli errori non è sintomo di debolezza ma di intelligenza – ha concluso il cittadino”. (foto Facebook)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui