Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Fonte preziosa di vitamine e minerali, parliamo del curry, un misto di spezie utilizzato in oriente, in particolare in India.

Cumino, coriandolo, cardamomo, cannella, peperoncino, curcuma, pepe nero, zenzero, fieno greco e fiori di garofano, sono queste le spezie di cui è composto il curry, conosciuto anche con il nome di “masala”. Molte le qualità di questo mix di spezie, tra queste non possiamo non citare la presenza di vitamine del gruppo A, D, E K e B, ma anche la presenza di minerali preziosissimi per l’organismo, come magnesio, ferro, manganese, calcio, potassio, fosforo, rame, zinco, selenio e sodio.

Il curry, in particolare, se inserito in un piano alimentare controllato è capace, tra le altre cose, di contrastare i radicali liberi. A prova di ciò la presenza di principi attivi presenti nella capsacina, curcumina e altri oli essenziali, che contribuiscono a rendere il curry un vero e proprio antiossidante. Ma non solo. Tra gli effetti positivi associati alla spezia in questione vi è, oltre alle sue proprietà analgesiche, anche la capacità di contrastare il rischio di formazioni turmorali, oltre che le proprietà antineoplastiche capaci did prevenire malattie degenerative come Parkinson, Alzheimer e sclerosi multipla.

Infine, ma non perché meno importante, il consumo di curry ha anche benefici sulla stimolazione dela circolazione del sangue, fungendo da vero e proprio antinfiammatorio, ma anche depurativo, antibatterico e disinfettante, soprattutto per l’intestino, poiché capace di creare un ambiente poco favorevole allo sviluppo di batteri e dunque alla possibilità di insorgenza di infezioni. Ecco due ricette semplici e veloci per inserirlo all’interno delle proprie pietanze.

CECI AL CURRY

Mettete a cuocere del riso, preferibilmente basmati. A parte, dopo aver tagliato a fette sottili una cipolla, fatela saltare in padella con un filo di olio. Per rendere maggiormente cremoso il curry, se possibile, procuratevi del fieno greco aggiungendolo in padella. Non appena la cipolla risulterà cotta aggiungete circa 500ml di latte di avena ( o di cocco, se di vostro gusto). Successivamente aggiungete i ceci, circa 400 grammi. Se il sughetto risulta troppo denso aggiungete un poco di acqua. E’ possibile aggiungere inoltre spezie di vostro gradimento, come peperoncino, paprika e altro. Una volta pronti i ceci basterà servire calda la pietanza mescolandola, direttamente nel piatto, con il riso basmati preparato precedentemente.

VERDURE AL CURRY

Fate rosolare la cipolla, con un filo di olio e zenzero, cumino, cardamomo, curcuma (un cucchiaino per ognuna di esse basterà). Non appena la cipolla risulterà dorata aggiungete due spicchi di aglio. Dopo un minuto circa aggiungete in padella dei pomodori (in alternativa è possibile utilizzare del passato di pomodori a pezzetti, ne basterà un cucchiaio). Poi aggiungete carote (3), patate (2) e cavolfiore (tagliati a pezzetti) e successivamente dei piselli (almeno 150 grammi). Anche in questo caso aggiungete del latte preferibilmente di cocco o di avena, lasciando cuocere per almeno altri 10/12 minuti a fuoco lento. A fine cottura aggiungete un cucchiaio di curry. Anche in questo caso è possibile accompagnare la pietanza con del riso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui