Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Dovranno lasciare l’ex liceo Socrate di Bari, dichiarato inagibile, i circa sessante migranti residenti che un decennio fa hanno occupato l’immobile e da allora vivono lì. Nel corso di un incontro tra una delegazione di residenti e associazioni con il Comune, è stato deciso il trasferimento concordato temporaneo dei migranti in strutture o case di comunità che l’amministrazione comunale metterà a disposizione già nei prossimi giorni, in attesa che si ricostruisca l’immobile.

“Il Comune ha ribadito la disponibilità a soluzioni di accoglienza alternativa nell’immediato, è stato illustrato loro il progetto relativo all’immobile, redatto in forma preliminare – si legge nella nota – e gli atti relativi al finanziamento comunale e al co-finanziamento ottenuto dallo Stato”.

Per la ricostruzione o ristrutturazione sarà convocato un tavolo tecnico che stabilità risorse, tempi e modalità del recupero della struttura. L’incontro con il sindaco Antonio Decaro è avvenuto mentre sotto la sede di palazzo di città i migranti e i rappresentanti di diverse associazioni e collettivi cittadini manifestavano con lo striscione “l’ex Socrate non si tocca”.

Nella struttura il 22 dicembre scorso è scoppiato un piccolo incendio a seguito del quale una ispezione dei Vigili del fuoco ha evidenziato la inagibilità per problemi strutturali e quindi di sicurezza. Prima di incontrare il sindaco la delegazione è stata ricevuta in Prefettura dove ha consegnato un documento con il quale i residenti chiedono un impegno a dare attuazione al protocollo d’intesa sottoscritto nel 2014 che prevedeva un “progetto di autorecupero” dell’edificio”. (ANSA).


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui