Cabtutela.it
acipocket.it

Grazie al passaggio della Puglia alla zona gialla, la Città metropolitana di Bari riapre i suoi musei, limitatamente ai giorni feriali. Riapre così, da lunedì 15 febbraio, il Museo archeologico di Santa Scolastica, che sarà visitabile  gratuitamente tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17 secondo le modalità di fruizione contingentata e con il distanziamento sociale previsti dalle normative di legge.

La Pinacoteca metropolitana “Corrado Giaquinto” resterà, invece, ancora chiusa fino al termine dei lavori che interessano il terzo piano del palazzo della Città metropolitana che impediscono l’ingresso al museo dalla scala monumentale. Nel frattempo, approfittando dello stop iniziato a novembre, la Pinacoteca ha avviato una serie di interventi di riqualificazione dei propri spazi.

I lavori interessano le tre sale della Collezione Grieco dove è in atto il rifacimento della parte espositiva e dell’impianto di illuminazione, la sala che ospitava le opere del Banco di Napoli sarà, invece, destinata ad accogliere quadri e sculture che vanno dai primi del 1900 fino agli anni ’50. In corso anche il restyling del front office e dell’accoglienza dei visitatori, mentre, è in fase di realizzazione un nuovo spazio nella sesta sala per esporre al meglio la scultura “L’annunciazione dell’amore” Filippo Cifariello attualmente interessata da un importante intervento di  restauro.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui