Cabtutela.it
acipocket.it

Cosa c’è sul fondale del lungomare cittadino, tra il molo San Nicola al molo di Sant’Antonio? Rifiuti di ogni tipo, corde, reti abbandonate e gozzi affondati (le barche dei pescatori). Basta guardare pochi secondi delle immagini realizzate a Bari dalla Capitaneria di Porto che ha iniziato la mappatura subacquea del porto vecchio. (video in basso)

“Nelle prossime settimane – racconta il presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti – per poi discutere con Amiu e con la ripartizione Ambiente, le modalità di recupero e lo smaltimento di questi rifiuti. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di mappare tutto ciò che si trova poggiato sul fondale di una parte del nostro territorio oggi largamente utilizzato per la pesca e dai diportasti”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui