Cabtutela.it
acipocket.it

Movida, assembramenti e fischi alla polizia. Sono alcuni dei momenti di caos per le strade di Bari registrati ieri sera, con il ritorno della movida anche dopo le 22. Dal quartiere Umbertino in centro, al rione Carrassi fino a Poggiofranco nel primo venerdì in zona gialla è saltato di fatto il coprifuoco e le relative regole anti contagio Covid. Quanto la polizia locale è intervenuta sono partiti fischi e ingiurie.

Sull’episodio è arrivato il commento del sindaco Antonio Decaro: “Se esistono delle regole vanno rispettate. Sempre. In questa città come nel resto del Paese.  Vanno rispettato per la tutela della salute delle.persone che sono a casa, vanno rispettate per le attività economiche che stanno soffrendo e che hanno rispettato le restrizioni per tanti mesi. Se ignoriamo le regole e torniamo a contagiarci, con il rischio di tornare ancora ad intasare le terapie intensive, torneranno le restrizioni e le chiusure. Questo nessuno lo vuole”.

“Uscire è legittimo, si può fare, lo prevede la legge ma lo dobbiamo fare responsabilmente nel rispetto delle indicazioni che ci vengono date: mascherine, distanziamento e coprifuoco.Piano piano si allenteranno le restrizioni, ragionevolmente si allungherà anche l’orario del coprifuoco ma oggi le regole sono queste e vanno rispettate. Ieri sono scese per strada tutte le forze dell’ordine e lo faranno ancora se dovesse essere necessario. Non possiamo mettere a rischio le libertà conquistate per l’irresponsabilità di pochi”, ha concluso Decaro.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui