Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

“Io sono Anima e ho i giorni contati”, a scriverlo in un post sono i volontari, raccontando la storia di una cucciola, ormai grande, abbandonata dai propri padroni che, probabilmente, non riuscivano a prendersi cura di lei a causa dei suoi problemi di salute. Ad Anima, che con i suoi occhi lucidi e tristi, racconta pur senza parole quella che è la sua storia, è stato diagnosticato un linfoma avanzato. E’ proprio per questo che, ipotizzano i volontari, quattro giorni fa, è stata abbandonata sul ciglio della strada, dove è stata letteralmente lasciata al suo destino.

I volontari però l’hanno trovata e adesso si stanno prendendo cura di lei, ma questo non basta. Anima non ha solo bisogno di cure, ha anche bisogno di qualcuno che le faccia vivere serenamente i suoi ultimi giorni che, altrimenti, sarà costretta a passare in gabbia. “Mi hanno abbandonato perché un linfoma mi sta trascinando via, così hanno pensato che la strada avrebbe risolto il problema. La strada invece mi ha portato in una gabbia. Qui tutti mi trattano bene, ma io aspetto lui. Il mio padrone” – scrivono i volontari dando voce ad Anima.

“Il suo linfoma è avanzato – specificano ancora i volontari – Anima è stata abbandonata 4 giorni fa, il suo linfoma è avanzato, ma non la lasceremo morire in gabbia. Verrà trasferita in una pensione privata dove riceverà ogni conforto, in assoluta libertà, fino alla fine dei suoi giorni” – hanno concluso.  Intanto, con l’arrivo della bella stagione, sono moltissime le segnalazioni di abbandoni di animali. Proprio qualche ora fa, in via De Rossi, è stato accalappiato un cucciolo che risultava però già segnalato da ieri in zona fiera. Si tratta di un cucciolo incrocio pitbull maschio, privo di microchip. I volontari, anche in questo caso, chiedono ai cittadini di collaborare, non solo segnalando gli eventuali autori dell’abbandono, ma anche contribuendo a sensibilizzare al tema.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui