aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

“La prevenzione è la prima cura”. A Bari si è svolta una giornata di screening gratuito per la rilevazione dell’Hiv a bordo dell’unità di strada “Care for People”, finanziata dall’assessorato comunale al Welfare e gestita dalla cooperativa sociale Caps. L’esito del test salivare e anonimo è stato consegnato 20 minuti dopo la somministrazione in due punti diversi della città, lo Stadio San Nicola e in via Glomerelli.

“È importante sapere che una diagnosi precoce riduce o annulla i comportamenti a rischio per evitare la diffusione dell’infezione – spiegano gli organizzatori – e, inoltre, permette un accesso immediato alle cure, così da ridurre la carica virale e la contagiosità del soggetto, limitando la diffusione del virus e offrendo al contempo la possibilità di mantenere una qualità di vita soddisfacente”.

Fondamentale è  la collaborazione dei counselors volontari dell’associazione Cama Lila di Bari e al contributo di Fondazione Puglia, impegnati nell’ambito del progetto denominato “Sportello test rapido – interventi per favorire la diagnosi tempestiva dell’infezione da HIV”.

“Con la pandemia i test hiv si sono dimezzati e le infezioni stanno aumentando: un nuovo contagio ogni due giorni. Nel 2020 sono state registrate 165 nuove infezioni”, racconta Nicola Caticci, volontario Cama Lila.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui