Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

“Proposte gentili per risvegliare il senso della comunità nei luoghi pubblici condivisi”. Con questa frase su un cartellone, un comitato spontaneo di cittadini ha voluto stimolare una riflessione, dopo l’episodio di violenza accaduto qualche settimana fa e che ha coinvolto ragazzi, quasi tutti minorenni, delle comunità di Noicàttaro e Rutigliano. Cittadini, bambini e rappresentanti delle Istituzioni si sono ritrovati in piazza San Patrizio, luogo del pestaggio, per fare una riflessione su quanto accaduto e per contrastare il fenomeno del bullismo tra i giovani.

Tra le proposte, consegnate simbolicamente al sindaco di Noicàttaro e al sindaco di Rutigliano, laboratori di street art che coinvolgono i bambini, ma anche processi di co-immaginazione dei luoghi assieme ai suoi abitanti più piccoli per costruire spazi pubblici gradevoli, in grado di favorire relazioni positive. Durante l’incontro il Presidio del Libro ha contribuito leggendo alcuni brani tratti dai seminari del Libroscopio 2019 e da “La disputa felice”, offrendo spunti di riflessione importanti.

“Una manifestazione nata dallo sdegno di fronte alla brutalità dell’aggressione nei confronti di un ragazzo – dichiarano Daniela Latrofa, docente, e Rosalba Magistro, funzionario regionale, rappresentanti del comitato organizzativo di cui fanno parte anche Lia Magistro, Donato Ressa della Protezione Civile, Lia Generoso e Rosanna Abbruzzese – Abbiamo creato un piccolo gruppo costituito da semplici cittadini accomunati dallo stesso intento: svegliarsi dal torpore dell’individualismo e dell’indifferenza, manifestare il dissenso contro qualsiasi forma di bullismo, arroganza del più forte, abuso di violenza sui deboli, sull’ambiente, sulla bellezza del nostro paese. Di fronte all’incertezza e all’impotenza provata da tutti i cittadini rispetto a questo episodio l’unica e vincente possibilità di reagire è stata quella di comunicare “la forza tranquilla” della piazza, rivalutandola nel suo aspetto originario come luogo di ritrovo, raduno e dialogo”.

“È importante che la società civile esprima questa volontà di svolgere un ruolo attivo nella lotta ai fenomeni di degrado e di questo siamo grati ai cittadini che ieri hanno dato vita alla manifestazione – dichiara il vicesindaco Nunzio Latrofa – Solo in sinergia, cittadini, istituzioni locali e luoghi di educazione potranno raggiungere obiettivi concreti. Intenti che con l’istituzione del Tavolo permanente, avviato con i Comuni dell’Ambito, stiamo ponendo alla base delle future azioni di contrasto al disagio giovanile”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui