Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

“Siamo alla vigilia di un giorno importante: gli esami di maturità”. A parlare è l’assessore all’Istruzione della Regione Puglia, Sebastiano Leo, che questo pomeriggio rivolge un pensiero ai tanti studenti della regione che si avviano a trascorrere la fatidica notte prima degli esami.

“Non c’è ragazza o ragazzo che non colga l’importanza e la densità dei sentimenti che accompagnano questo momento: ansia, preoccupazione, ma anche voglia di portare a termine il percorso di studi, di dare testimonianza del proprio lavoro, dei risultati raggiunti – spiega Sebastiano Leo – È così da quasi un secolo, ed è un giorno che, anche da adulti, rimarrà sempre nella memoria di chi lo ha vissuto. È per questo che voglio rivolgermi direttamente a voi, studentesse e studenti della nostra Scuola di Puglia, che in circa 40.000 vi apprestate a vivere la fatidica maturità. Già, “maturità”, una parola che secondo me si è fatta già strada nelle vostre giovani vite durante questa epoca davvero incredibile, segnata dal freno che il COVID  ha dato alla vostra esuberanza, ai vostri viaggi anche di studio, agli incontri sportivi, alle riunioni, a quelle cose piccole e grandi del vostro presente e del vostro futuro – prosegue l’assessore all’Istruzione – Ebbene ragazzi, questa maturità, che avete conquistato sul campo in una partita davvero complicata come l’ultimo anno appena trascorso, oggi diventa per voi, con gli esami, l’occasione per esprimerla con forza e passione, con determinazione e consapevolezza”.

Sebastiano Leo augura dunque a tutti gli studenti pugliesi di “fare il meglio possibile, oggi e tutti i giorni che verranno, perché la “maturità” – spiega – quella che vi porterà ad essere uomini e donne, cittadini a cui affidiamo il destino del nostro Paese, è già nelle vostre mani. E noi siamo accanto a voi”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui