Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Ricco di minerali e vitamine, parliamo del basilico, dalle notevoli proprietà nutritive e salutari capaci di apportare preziosi benefici all’organismo. Fonte di rame e vitamina C, un consumo abituale di basilico, sia crudo in insalata, sia utilizzato per insaporire il proprio sugo, offre molteplici benefici sia al corpo, sia alla mente. Alcuni studi, in particolare, hanno dimostrato che le proprietà benefiche del basilico risiedono, nello specifico, in due aree principali. Si tratta degli oli volatili e dei flavonoidi. I primi, hanno proprietà antibatteriche e sono efficaci, appunto, nel contrastare la crescita di batteri, tra cui Stafilococco, Escherichia Coli, ma anche Listeria e Yersinia enterocolitica. Per quanto riguarda i flavonoidi invece, questi ultimi contribuiscono a proteggere la struttura delle cellule e i cromosomi dai danni delle radiazioni e inoltre, dai danni ossidativi dei radicali liberi. Ma non solo.

Il basilico è infatti, come già detto, una preziosa fonte di minerali e vitamine, tra questi non  si possono non citare il manganese, ma anche la vitamina K, C, il rame e, infine, calcio, acido folico, ferro e acidi grassi omega 3. Tra le altre proprietà che rendono essenziale la presenza del basilico all’interno del proprio piano alimentare, ci sono gli effetti antinfiammatori, capaci di alleviare problemi come artrite reumatoide o intestino infiammato e, inoltre, la vitamina A, di cui il basilico è un’ottima fonte. In particolare, la vitamina A, rende il basilico ricco di carotenoidi, come il betacarotene, potente antiossidante capace di proteggere le cellule epiteliali non solo proteggendo le cellule dai danni  dei radicali liberi, ma anche prevenendo l’azione ossidante sul colesterolo. In merito al colesterolo, nello specifico, grazie a questi nutrienti, il consumo di basilico offre anche benefici cardiovascolari. Infine, questa pianta dall’odore speziato, è un’ottima fonte di magnesio, minerale essenziale sia per i muscoli, sia per i vasi sanguigni. Ecco qui due ricette semplici e veloci per portarlo in tavola.

INVOLTINI DI BASILICO MEDITERRANEI

Per questa ricetta sarà necessario selezionare le foglie di basilico più grandi. In questo caso sarebbe opportuno prendersi cura di una piantina in casa, per essere sicuri della qualità biologica di quest’ultima. Basteranno circa una quindicina di foglie, che dovrete lavare e asciugare per bene. Spalmate sulle foglie, della Philadelphia light, poi, tritate finemente della mozzarella e tagliate a pezzettini del pomodoro versando questi ultimi, con una spruzzata di origano e un filo di olio extravergine di oliva. Se di vostro gradimento aggiungete anche delle olive nere, denocciolate. Aggiustate di sale, se necessario. Consigliamo, inoltre, anche la versione con la Philadelphia aromatizzata (ad esempio al salmone). In ogni caso, alla fine del procedimento,  arrotolate le foglie legandole con del filo di erba cipollina, al quale farete un nodo.  Si tratta di una pietanza fresca, perfetta per un aperitivo diverso dal solito.

SPAGHETTI BASILICO E GRANA PADANO

Lavate e asciugate per bene le foglie di basilico (circa 100 grammi) Successivamente versatele nel mixer assieme a circa 20 mandorle e frullate. Aggiungete inoltre del sale e un filo di olio extravergine di oliva. Per ottenere una crema maggiormente fluida aggiungete dei cubetti di ghiaccio e continuate a frullare. A parte, in una padella, fate riscaldare almeno 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva. Versate poi nella padella gli spaghetti che avrete precedentemente cotto, conservando a parte l’acqua di cottura. Basteranno circa 60 grammi di spaghetti a testa. Versate nella padella del grana padano e del romano grattugiato. A questi aggiungete la crema di basilico versando anche l’acqua di cottura (da una tazzina a un bicchiere per ottenere un condimento cremoso). Continuate a mescolare aggiungendo, se di vostro gradimento, anche del peperoncino macinato.

(Foto Pixabay)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui