Cabtutela.it
acipocket.it

Ipoglicemico, ricco di sali minerali e facilmente digeribile, parliamo del riso basmati, dalle proprietà nutrizionali notevoli per la salute dell’organismo. Si tratta di uno dei cereali più antichi e utilizzati, soprattutto in Oriente, del quale, esistono diverse tipologie, ognuna con caratteristiche particolari.

Il riso, ricordiamo, è in generale un cereale privo di glutine che può dunque essere consumato anche da chi è intollerante o allergico, l’alto indice glicemico di questo cereale lo rende però meno adatto a chi soffre di glicemia alta o di diabete. Una delle particolarità del riso basmati riguarda proprio la presenza di un indice glicemico medio basso (soprattutto se integrale). Questa varietà di riso non altera i livelli di glicemia nel sangue e, di fatto, fornisce un ottimo apporto nutrizionale. Gli esperti, in tal proposito, consigliano di sciacquarlo sotto acqua corrente prima di cuocerlo: questa pratica riduce maggiormente il carico di zuccheri presenti al suo interno.

Ma non sono solo queste le proprietà del riso basmati, particolarmente apprezzato per il suo profumo intenso che rimanda a luoghi lontani. Oltre ad essere ipoglicemico (grazie alla presenza di amilopectina), il riso basmati è un tonico gastrico capace di riportare in equilibrio le funzioni intestinali grazie al suo apporto di fibre e, inoltre, grazie alla presenza dell’amilosio (un amido assimilato già due ore dopo la masticazione) è inoltre facilmente digeribile. Ma non finisce qui, tra le proprietà di questo chicco leggermente allungato, non si possono non citare quelle che riguardano la capacità di stimolare e regolare la circolazione sanguigna rendendolo un tonico del sangue, ma anche la presenza di sali minerali, soprattutto potassio, di cui ne è ricco. Infine, il riso basmati, ha un alto potere saziante ed è povero di grassi, fattori che lo rendono adatto all’interno di regimi alimentari ipocalorici. Ecco due ricette semplici e gustose per portarlo in tavola.

FRITTELLE DI RISO BASMATI

Tagliate a fettine molto sottili una zucchina, 6 pomodorini e della zucca (almeno 60 grammi). Metteteli poi in una padella con un filo di olio extravergine di oliva lasciando cuocere per almeno 5 minuti. Quando vi sembreranno cotte aggiungete circa 250 grammi di riso basmati (che avrete precedentemente cotto), del pistacchio tritato e almeno due cucchiai di olive nere denocciolate. A parte sbattete 2 uova con del parmigiano reggiano e del romano, sale, pepe e paprika. Unite il composto al riso e alle verdure lasciando insaporire tutto. Se di vostro gradimento aggiungete del vino rosso, basterà una tazzina. Infine, versate un filo di olio d’oliva in un’altra padella, formate – con l’aiuto delle posate, delle frittelle. Lasciatele cuocere almeno 5 minuti da entrambi i lati.

RISO BASMATI CON CECI E SPEZIE

Mettete a cuocere del riso basmati. A parte, tagliate a fette sottili una cipolla, poi fatela saltare in padella con un filo di olio. Non appena la cipolla risulterà cotta aggiungete circa 500ml di latte di avena (o di cocco, se di vostro gusto). Successivamente aggiungete circa 400 grammi di ceci. Se il sughetto risulta troppo denso aggiungete un poco di acqua. E’ possibile aggiungere inoltre spezie di vostro gradimento, come peperoncino, paprika, curry e altro, consigliamo di saltarle in padella con la crema. Una volta pronti i ceci basterà servire la pietanza mescolandola con il riso basmati preparato precedentemente.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui